Mercoledì, 06 Marzo 2019 13:07

Quattro jurors al BFI di Londra: “Un onore rappresentare Giffoni”

“È stato un onore rappresentare Giffoni in questa preziosa avventura. Avete arricchito il nostro bagaglio di esperienze, regalandoci una nuova famiglia”. Parola di Marialuisa Cesaro, Matteo Palumbo, Marika Anna Scafuro e Alfonso Siani: i quattro giffoners che hanno partecipato al BFI Future Film Festival di Londra. La rassegna internazionale, dedicata al cinema di animazione e alle nuove tecnologie, ospitata nel quartiere di South Bank, ha visto i giovani impegnati in dibattiti, workshop, visite guidate e proiezioni.

“Ci siamo incontrati, per la prima volta, all’interno dell’Aeroporto di Napoli - raccontano i ragazzi - ad attenderci c’era Marta, un membro del team di Giffoni Experience, che è poi diventata il nostro punto di riferimento costante, ma soprattutto un’amica che ha contribuito a rendere ancora più speciale la nostra esperienza”. E continuano: “Sin da subito è nata tra noi una forte intesa, nonostante non ci fossimo mai incrociati prima, abbiamo iniziato a scambiarci idee ed aspettative riguardo ai cinque giorni che avremmo vissuto insieme. All’atterraggio abbiamo incontrato Allison, una delle organizzatrici del BFI Film Festival, che ha saputo accoglierci con grande allegria e ci ha accompagnato a Southbank, la sede del festival. Lì siamo stati affidati alle nostre nuove famiglie con cui si è instaurato un legame molto forte”.

Il BFI, per il 2019, ha visto quattro focus principali: Storytelling, Produzione e abilità manuali, il Business del film e Nuove forme e tecnologie. “Il Festival ci ha dato la possibilità di approfondire, attraverso corsi e masterclass con professionisti del settore, ogni aspetto tecnico legato al mondo del cinema - spiegano i giffones - nel corso di questi cinque giorni abbiamo visitato gran parte delle attrazioni londinesi: da Piccadilly fino al Buckingham Palace, passando per Hyde Park, la cattedrale di St. Paul, la National Gallery e il suggestivo quartiere di Westminster dove abbiamo potuto ammirare il Big Ben, fino ad arrivare a Trafalgar Square e all’imponente Tower Bridge”.

Un’esperienza che i giffoners custodiranno con gran cura e affetto: “Il tempo è volato troppo velocemente, abbiamo salutato i nostri amici e le loro famiglie con la promessa che ci saremo rivisti il prima possibile. Questi giorni resteranno per sempre tra i nostri ricordi più cari”.

Leggi anche