logo 2015

GIFFONI EXPERIENCE 2015 - 17.26 luglio

Sezioni e Film

GROTTO

Category: Edizione 2015

Sinossi
Tre bambini costringono un compagno di classe a una prova di coraggio per entrare nel loro gruppo. Durante la prova, che consiste nel reperire un teschio da una chiesa abbandonata, il bambino è inghiottito da una voragine che si apre sul pavimento della chiesa. Gli altri bambini, che erano rimasti fuori, accorrono, si affacciano al buco, chiamano l’amico, ma non ottengono risposta. La sorellina di uno di loro, che li ha seguiti, irrompe nella chiesa e, appesa a una corda, si cala nella voragine, ma precipita, trascinando gli altri con sé. Tutti e cinque i bambini si ritrovano così all’interno di antiche grotte, e si mettono alla ricerca di una via d’uscita, aiutati da Grotto, una creatura simile a una stalagmite.

Titolo Originale GROTTO
Categoria In concorso
Sezione Elements +6
Tipologia Lungometraggio
Anno di Produzione 2015
Durata 93'
Nazionalità Italia
Regia di Micol Pallucca
Sceneggiatura Micol Pallucca
Fotografia Maxime Alexandre
Montaggio Consuelo Catucci
Scenografia Fabrizio D’Arpino
Musiche Francesco Cerasi
Interpreti principali Samuele Biscossi (Carlo)
Iris Caporuscio (Chiara)
Gabriele Fiore (Aldo)
Christian Roberto (Luca)
Leonardo Similaro (Michele)
Prodotto da Micol Pallucca

Micol reg okMicol Pallucca
Nata nel 1972. Nel 1995 si laurea in sociologia (indirizzo comunicazione e mass media). Nel 1997 entra a far parte della redazione fiction della direzione di Canale 5. Diventa poi produttrice di fiction per la casa di produzione Mediatrade. Nel 2005 è cofondatrice della Fidia Film. Ha prodotto serie tv come CARABINIERI e AL DI LÀ DEL LAGO (tratta da una sua idea), la miniserie SACRA FAMIGLIA, i documentari IL VIAGGIO DI GESÙ e L’ORO DI CUBA, la webserie ROOMFORU - L’OSPITE PERFETTO. Nel 2013 ha fondato la Thalia Film. GROTTO è il suo esordio alla regia.

Dichiarazioni della regista
“Con GROTTO ho voluto raccontare una storia di amicizia, valore trasversale a tutte le generazioni, attraverso delle vicende che appaghino non solo le giovani generazioni, ma anche gli adulti che accompagnano i piccoli al cinema, proponendo attraverso i protagonisti del film quegli archetipi umani in cui ognuno di noi può riconoscersi o individuare le persone che ci circondano.

“Per non fare un film ‘intimista’ ma che sia puro intrattenimento, ho inserito un personaggio di fantasia che, attraverso le sue sembianze e il suo modo di esprimersi, spero diventi beniamino dei piccoli così come è stato E.T. per l’attuale generazione di quarantenni, genitori e zii dei bambini di oggi, ovvero la mia.

“Quando dei professionisti di grande esperienza e levatura artistica, uno per tutti Maxime Alexandre, grande direttore della fotografia che lavora ormai quasi esclusivamente in America, hanno deciso di affiancarmi dopo aver letto la sceneggiatura, mi sono sentita pronta per affrontare la nuova avventura dietro la macchina da presa.

“Dirigere i cinque bambini è stata un’esperienza straordinaria e sono convinta che questi piccoli attori avranno un grande futuro avanti, e non smetterò mai di ringraziare la loro abnegazione e disponibilità nel girare in luoghi straordinari dal punto di vista estetico ma sicuramente disagevoli dal punto di vista logistico.

“Lavorare in questi giorni agli effetti speciali, creando il personaggio di Grotto con giovani professionisti italiani pieni di adrenalina per la possibilità di affrontare la creazione di un personaggio come Grotto, mi fa capire quanto sia stato giusto prendere in mano il film non solo come produttrice e sceneggiatrice ma anche come regista.

“Spero che l’energia positiva che si poteva respirare sul set, che ho sentito in sala montaggio e che si percepisce nelle buie sale dei VFX si possa trasferire anche su ogni schermo cinematografico dove il film verrà proiettato, e non solo nelle sale 3D dove gli spettatori saranno catapultati letteralmente dentro le scene”.

produzione
festival contact
Thalia Film
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.