logo 2013

GIFFONI EXPERIENCE 2013 - 19.28 luglio

Sezioni e Film

MIKE SAYS GOODBYE!

Category: Edizione 2013

Synopsis
Mike, 10 year-old, a boy who has been hospitalized for months and is cured from a severe illness, gets released from hospital. But his mother, Natasja, doesn’t come to take him home and can’t be reached anywhere. The Youth Care Bureau decides he can’t go home for while, not until they determined whether his mother can take care of him. Mike disagrees: he knows his mother sometimes drinks too much and that she neglects him when she does, but he can take care of himself. Despite all his efforts, the juvenile judge decides Mike has to go to a foster family. With help from his new roommate Vincent, Mike thinks up a way to cross the Youth Care’s plans. But instead of being allowed to go home, he is sent off to a Children’s Home. The day before Christmas Mike flees and gets home, but Natasja is not there. Will Mike manage to celebrate Christmas at home with his mom?

 

Sinossi
Mike, 10 anni, ricoverato per mesi e guarito da una grave malattia, viene dimesso dall’ospedale, ma sua madre, Natasja, non si presenta per riportarlo a casa ed è introvabile. Il Dipartimento per la giustizia minorile decide che Mike non tornerà a casa finché non si sarà stabilito se la madre sia in grado di prendersi cura di lui. Mike non è d’accordo: sa che talvolta sua madre beve tanto e che, quando accade, lo trascura, ma pensa di poter badare a se stesso. Nonostante gli sforzi di Mike, il giudice minorile delibera che il ragazzo sia assegnato a una famiglia affidataria. Con l’aiuto di Vincent, il suo nuovo compagno di stanza, Mike escogita un piano per aggirare la decisione del tribunale. Ma, invece di ottenere il permesso di tornare dalla madre, viene mandato in un istituto. La vigilia di Natale, il ragazzo scappa e arriva a casa, ma Natasja non è lì. Riuscirà Mike a festeggiare il Natale con la sua mamma?

 

 

Titolo Originale DE GROETEN VAN MIKE!
Categoria In concorso
Sezione Elements +10
Tipologia Lungometraggio
Anno di Produzione 2012
Durata 95’
Nazionalità Paesi Bassi
Regia di Maria Peters
Sceneggiatura Mirjam Oomkes, Willemine van de Wiel
Fotografia Erwin Steen
Montaggio Robin de Jong
Scenografia Florian Legters
Costumi Ingrid Blankendaal
Suono René van den Berg
Musiche Herman Witkam
Interpreti principali Maas Bronkhuyzen (Mike)
Faas Wijn (Vincent)
Bracha van Doesburgh (Natasja)
Carine Crutzen (Cilia)
Leona Philippo (Laetitia)
Dave Mantel (Willem)
Prodotto da Dave Schram, Hans Pos, Maria Peters, Daniëlle Guirguis

 

Directors photo Maria PetersMaria Peters
After obtaining a B.A. in Law, she graduated in 1983 from the Dutch Film Academy with the short film ALL BIRDS FLY (ALLE VOGELS VLIEGEN). In 1987 she founded the Shooting Star Film Company together with Dave Schram and Hans Pos. Among the feature films they produced is DAENS (1993), which was directed by Stijn Coninx and received an Oscar nomination for Best Foreign Language Film. In 1995 she made her first feature film, THE PURSE SNATCHER (DE TASJESDIEF), winning the Crystal Bear at the Berlin Children’s Film Festival. In 1999 she directed THE LITTLE CRUMB (KRUIMELTJE), which was screened at GFF 2005. In 2012 her feature film SONNY BOY was selected as the Dutch entry for the Academy Awards.

 

Maria Peters
Dopo essersi laureata in Legge, nel 1983 si diploma all’Accademia Olandese di Cinema con il corto ALL BIRDS FLY (ALLE VOGELS VLIEGEN). Nel 1987 fonda la Shooting Star Film Company con Dave Schram e Hans Pos. Tra i film da loro prodotti, PADRE DAENS (DAENS), diretto da Stijn Coninx e candidato all’Oscar come miglior film straniero. Nel 1995 debutta nel lungometraggio con THE PURSE SNATCHER (DE TASJESDIEF), vincitore dell’Orso di Cristallo al Children’s Film Festival di Berlino. Nel 1999 dirige IL SOGNO DI CRUMB (KRUIMELTJE), presentato al GFF 2000. Nel 2012 il suo lungometraggio SONNY BOY è stato scelto come rappresentante dell’Olanda alle nomination per l’Oscar al miglior film straniero.

 

 

 

Director’s statement
“MIKE SAYS GOODBYE is about the universal desire of a child to be with his parents”. 
“The movie has a happy end; there is a constant hope for things to turn out alright. Mike’s desire to be with his mom, which during the movie also becomes the spectators desire, is finally met”. 
“The amazing ability of children to adapt to the most uncommon situations is what fascinates and grips me”.
“What is clever about the script is that it tells the story with certain toughness, it never becomes sentimental”.
“The alcohol problem Natasja [Mike’s mother] deals with is presented as an illness, although the writers never let it overshadow the story”.

Dichiarazioni della regista
“MIKE SAYS GOODBYE è un film sull’universale desiderio dei bambini di stare con i propri genitori”. 
“Il film ha un lieto fine. Contiene una costante speranza che le cose possano andare per il verso giusto. Il desiderio di Mike di stare con sua madre, che nel corso del film diventa anche il desiderio dello spettatore, alla fine si realizza”. 
“Ciò che mi affascina e mi avvince è la sorprendente capacità dei bambini di adattarsi alle situazioni più insolite”. 
“L’intelligenza della sceneggiatura sta nel raccontare la storia con una certa durezza, senza diventare mai sentimentale”. 
“Il problema d’alcolismo affrontato da Natasja [la madre di Mike] è presentato come una malattia, anche se gli sceneggiatori non permettono mai che la storia ne venga oscurata”.

 

 

 

 

 

produzione/production
festival contact
Shooting Star Film Company
Prinsengracht 546 - 1017 KK, Amsterdam - The Netherlands
phone +31 206247272
fax +31 206268533
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.shootingstar.nl


distribuzione internazionale/world sales
Mountain Road Entertainment Group
Bergweg 12, 1217 SC Hilversum - The Netherlands
phone +31 356235559
www.mountainroad.nl