logo 1980

GIFFONI FILM FESTIVAL 1980 - 26 luglio.3 agosto

Sezioni e Film

JONAS CHE AVRÀ 20 ANNI NEL 2000

Category: Edizione 1980

Sinossi
A Ginevra, nel sottobosco della moderna metropoli e negli ultimi angoli rurali dei dintorni, vivono otto persone generose e anticonformiste che il caso e le ideologie rivoluzionarie stringeranno intorno al piccolo Jonas, il bambino che nel 2000 avrà 20 anni e che tutto il gruppo ritiene spiritualmente figlio. Mathieu, tipografo disoccupato, accetta un lavoro assai umile nella fattoria di Marcel e Marguerite, sino a che non aprirà nella stessa un'anticonformistica scuola per fanciulli di contadini. Mathilde, sua moglie, ama la maternità come una ragione di vita e genererà Jonas. Marcel, il fattore, a differenza della moglie Marguerite pragmatista, ama sognare e racconta storie naturalistiche che sarebbero piaciute al filosofo ginevrino J.J. Rousseau. Max, degradato da giornalista al rango di correttore di bozze, è un ex combattente del '68 e si appaia perfettamente con l'iconoclasta Madeleine che induce a rubare i segreti di finanzieri di cui è segretaria, così da vanificarne i piani di speculazione terriera. Marco, invece, è un docente di storia che si fa licenziare per le idee incendiarie e finisce per fungere da animatore in un ricovero per anziani. A lui si lega sentimentalmente Marie, una frontaliera che di notte dorme in Francia e di giorno lavora come cassiera presso un supermercato ginevrino ove, essendo solita ridurre fortemente i conti ai clienti modesti, viene scoperta e consegnata alla prigione.

Titolo Originale JONAS QUI AURA 25 ANS EN L'AN 2000
Titolo Italiano JONAS CHE AVRÀ 20 ANNI NEL 2000
Categoria Fuori concorso
Sezione Rassegna 'I Problemi dei Giovani nella Cinematografia Contemporanea'
Tipologia Lungometraggio
Anno di Produzione 1976
Durata 110'
Nazionalità Francia, Svizzera
Regia di Jean-Luc Bideau
Sceneggiatura Alain Tanner e John Berger
Musiche Jean-Marie Sénia
Interpreti principali Jean-Luc Bideau, Myriam Boyer, Raymond Bussières, Jacques Denis, Roger Jendly

 regista Alain TannerALAIN TANNER

Alain Tanner (Ginevra, 6 dicembre 1929) è un regista cinematografico svizzero.
Figlio di un pittore e di un'attrice, Tanner studiò scienze economiche e, nel 1951, fondò insieme a Claude Goretta il cineclub universitario di Ginevra. A 23 anni si imbarca nella marina mercantile dove resta due anni. Dal 1955 al 1958, vive a Londra dove si appassiona al cinema e trova un lavoro presso il British Film Institute.
Nel 1957 realizza il suo primo film insieme a Claude Goretta, Nice Time (Picadilly la nuit). Il film vince il premio del film sperimentale al Festival di Nizza del 1957.
Di ritorno dalla Gran Bretagna, trova lavoro come regista alla televisione svizzera romanda dove firma diversi lavori, cortometraggi e documentari, tra cui uno girato durante l'alluvione di Firenze del dicembre 1966. Nel 1968 fonda il Gruppo dei 5 insieme a Claude Goretta, Michel Soutter, Jean-Louis Roy e Jean-Jacques Lagrange per promuovere il giovane cinema svizzero.
Diviene noto in campo internazionale negli anni settanta, con film come La salamandra con Bulle Ogier, Jonas che avrà vent'anni nel 2000 e Charles mort ou vif con cui vince al Festival di Locarno.