logo 1978

GIFFONI FILM FESTIVAL 1978 - 29 luglio.6 agosto

Sezioni e Film

AMMU E IL SUO AGNELLO

Category: Edizione 1978

Sinossi
Ammu, una bambina di 10 anni, ha una capretta che chiama affettuasemente Kuttan. Ella ama Kuttan più di qualsiasi cosa al mondo. Suo padre è un contadino che ama molto le piante così come ama la sua famiglia. Un giorno Kuttan mangia alcune piante di Appu che accecato dalla furia picchia sua figlia. Più tardi egli si consuma nei rimorsi e, per esprimere il suo senso di colpa, il giorno dopo regala ad Ammu una piccola catena d'oro. Alcuni giorni dopo Ammu inizia ad andare a scuola e Kuttan diviene triste. Una volta a scuola Ammu non riesce a concentrarsi sulle sue lezioni. Quando la scuola finisce, ella si alza per andare a casa, e quando la raggiunge trova che suo padre ha venduto Kuttan per procurare carne al banchetto nuziale del figlio del notabile del posto. Ammu raggiunge la casa del signorotto e lo prega di restituirle la sua amica Kuttan. Il signorotto acconsente a restituirle Kuttan a condizione che paghi 40 rupie. Per un attimo Ammu resta come paralizzata, poi pensa alla sua piccola catena d'oro, suo unico avere nel mondo. Ammu sfila la catena dal suo collo e la porge al signorotto e può tornare a casa con la sua capretta. Toccato dal supremo gesto di sacrificio per avere la sua capretta il signorotto non solo restituisce la catena ad Ammu, ma promette anche di non ammazzare alcun animale per il matrimonio di suo figlio.

Titolo Originale AMMUVINDE AATTINKUTTI
Categoria In concorso
Sezione Concorso Ufficiale
Tipologia Lungometraggio
Anno di Produzione 1978
Nazionalità India
Regia di Ramu Kariat

 regista ramu kariatRAMU KARIAT

Ramu Kariat (in alternativa Ramu Karyat) (1 febbraio 1927) è un leggendario regista indiano malese per quasi trent'anni, dagli anni '50 agli anni '70. Ha diretto molti film acclamati in Malayalam. Tra i suoi film ricordiamo Neelakkuyil (1954), Minnaminungu (1957), Mudiyanaya Puthran (1961), Moodupadam (1963) e il premio nazionale Chemmeen (1965).
Ha iniziato la sua carriera attraverso il Kerala People's Arts Club (K.P.A.C.), un gruppo teatrale di sinistra. Ha debuttato nei film co-dirigendo Thiramala (1953) con Vimal Kumar / P.R.S Pillai e il film di rottura Neelakkuyil nel 1954 insieme a P. Bhaskaran. Neelakuyil è stato scritto da Uroob e interpretato da Sathyan e Miss Kumari è stato un grande successo commerciale. Fu anche il primo film di Malayalam girato all'aperto, anche se il numero di scene girate all'aperto era molto inferiore. Questo film è considerato il primo film maturo in Malayalam per l'approccio professionale che aveva in regia, sceneggiatura, performance e musica. Il co-regista di Ramu Kariat del film P. Bhaskaran e il cameraman A. Vincent continuarono ad avere carriere illustri.
Dopo Neelakkuyil, ha diretto Minnaminungu (1957), un altro film celebre. Il suo film successivo è la versione cinematografica del dramma teatrale veterano Thudil Bhasi, Mudiyanaya Puthran (1961). Dopo aver diretto un altro celebre film Moodupadam (1963), ha continuato a dirigere Chemmeen (1965). Chemmeen è considerato il punto di svolta nel cinema malayalam. Il film, adattamento del romanzo di Thakazhi Sivashankara Pillai con lo stesso nome, è stato il primo film Malayalam a vincere il National Film Award come miglior lungometraggio. La tragica storia d'amore con Madhu, Sathyan e Sheela divenne anche un grande successo commerciale.
Nel 1975 è stato membro della giuria al 9° Moscow International Film Festival.
Ha diretto quindici film durante la sua carriera. E 'stato eletto membro dell'Assemblea legislativa di Nattika nel 1965 come indipendente di sinistra, ma non poteva servire nell'Assemblea legislativa perché non c'era la maggioranza per nessun partito.