SYLVESTER STALLONE

21 AGOSTO

LA GIURIA INCONTRA

Biografia

 

Sylvester Stallone è nato il 6 luglio 1946 a New York. Il primo lungometraggio da attore è "The Lords of Flatbush" (1974), ma il successo planetario gli irride due anni dopo con l'azzeccata scelta di interpretare "Rocky" nell'omonimo film di John Avildsen, del quale firma anche la sceneggiatura. Prodotto a basso costo, il film fu la sorpresa dell'anno, vincendo l'Oscar per il miglior film e la miglior regia e proiettò Stallone nell'Olimpo delle star hollywoodiane. Oltre alla sua corsa come attore, si è impiegato anche dietro la camera, dirigendo tre film della saga "Rocky" (II, III e IV), "Paradise Alley" e "Staying Alive".
Negli anni '90 consolida la sua fama di star con "Rocky V" (1990), "Cliffhanger" (1993), "Demolition Man" (1993), "Lo specialista" (1994), "Assassins" (1995), "Dredd - La legge sono io" (1995), "Daylight - Trappola nel tunnel" (1996), "Cop Land" (1997).
Tra i lavori degli anni 2000 c'è "Rocky Balboa", uscito in Italia all'inizio del 2007, il VI e definitivo capitolo della saga ha suscitato grande clamore perché Sly ha voluto fare tutto da sé: trama, interpretazione e sceneggiatura. Nel 2008 è la volta del ritorno del suo altro grande personaggio: il film si intitola "John Rambo", IV capitolo, da Stallone interpretato e diretto. Sono anni di particolare fermento per Sly, con l'interpretazione di film come "I mercenari - The Expendables" (2010, di cui è anche regista), "I mercenari 2" (regia di Simon West, 2012), "Jimmy Bobo" (regia di Walter Hill, 2012), "Escape Plan" (2013), "Il grande match" (2013), "I mercenari 3" (2014), "Reach Me - La strada per il successo" (2014) e "Creed - Nato per combattere" (2015).