Sabato, 17 Dicembre 2011 01:00

"La vittoria più grande"

sacile

“La vittoria più grande” potrebbe anche essere il titolo perfetto da dare a questa esperienza vissuta a Sacile da tantissimi giovani liceali che, grazie all’impegno e alla passione del patron della Arrex - Flavio Polesello - e della sua famiglia (che hanno prodotto il film breve e hanno portato il festival dei ragazzi di Giffoni a Sacile) e grazie al sostegno del Comune del liceo Pujati, hanno dato vita a uno straordinario esempio di iniziativa capace di mettere insieme formazione e intrattenimento, arte e impegno sociale, pubblico e privato.


Oltre 50 tra ragazzi e ragazze coinvolti nel casting tenutosi lunedì 12 nell’aula magna del liceo Pujati e 35 poi effettivamente presenti sul set, impegnati a vario titolo nella lavorazione del cortometraggio che sarà poi presentato alla prima edizione del Sacile Film Festival in programma dal 24 al 28 gennaio prossimi. Tanti attori, ma anche costumisti, scenografi, truccatori, microfonisti, ciakkisti, assistenti alla regia: una squadra di giovani che hanno dimostrato come le nuove generazioni possono essere affidabili e disponibili al lavoro a patto che le loro esperienze risultino interessanti e mai noiose. Non è questa una grande vittoria?


La storia del corto, scritto dagli allievi della 3G del liceo linguistico, è il risultato di un concorso di soggetti a cui hanno partecipato 38 classi delle scuole superiori sacilesi e narra la storia di Valentina, una ragazza brava a scuola e impegnata nello sport (l’equitazione) che casualmente approccia la droga e suo malgrado finisce per diventarne vittima fino a rovinarsi la vita. Ma le scelte giuste possono cambiare il corso dei nostri destini.

E il corto prova dimostrare esattamente questo assunto.