×

Attenzione

JFolder: :files: Il percorso non è una cartella. Percorso: /web/htdocs/www.giffonifilmfestival.it/home/media/k2/galleries/news2011/marzo/giffonincontra/openspace/

×

Avviso

There was a problem rendering your image gallery. Please make sure that the folder you are using in the Simple Image Gallery Pro plugin tags exists and contains valid image files. The plugin could not locate the folder: media/k2/galleries//news2011/marzo/giffonincontra/openspace/

Venerdì, 25 Marzo 2011 00:00

GFF 2011: un festival "open space"

03_Claudio Gubitosi illustra i nuovi spazi del Festival nella Sala TruffautIl Giffoni Film Festival ancora una volta cambia pelle e si trasforma. Con i suoi 41 anni la prossima edizione, il GFF porterà nel suo bagaglio di eventi alcune novità che renderanno il festival ancora più appetibile. Ad illustrare alcune delle tante novità, ci ha pensato l’ideatore e Managing Director, Claudio Gubitosi che ha tenuto, ieri sera, nella Sala Truffaut della Cittadella del Cinema, un incontro con la popolazione e con quanti amano questa rassegna.

 

"Il GFF è una rassegna che piace e continua ad appassionare sempre più perché parla ai giovani con i loro linguaggi e i loro tempi - ha dichiarato Claudio Gubitiosi - Pur di accontentare tutti i ragazzi – prosegue Gubitosi – abbiamo ampliato la giuria che è arrivata a quota 3.200  anche se, ad oggi, abbiamo 25mila giovani in lista d’attesa. Il nostro festival piace perché viene visto come un amico, tanto che le lettere che mi vengono indirizzate non iniziano con “Caro direttore”, ma “Caro Giffoni”, questo perché avvertono che il GFF non è un’entità astratta, ma una persona concreta, un’idea che arricchisce la vita di ognuno di noi”.

 

Nel corso dell’incontro, poi, Gubitosi ha illustrato la nuova linea di comunicazione dal tema “Campania: non è una regione
per vecchi
”.
Un modo del tutto nuovo per dimostrare come un’idea, seppur nata 41anni fa, riesca non solo oggi a promuovere cultura e a produrre straordinarie iniziative per il mondo degli adolescenti, ma anche a sviluppare, con le sue attività, l’economia della Regione Campania in Italia e nel mondo. Diciotto schede con una grafica fresca e accattivante nelle quali vengono rappresentati i dati più significativi di un’azienda leader nel mondo nel suo settore. Una sintesi di come e quanto il marchio GIFFONI sia diventato, oggi, simbolo di una regione che produce e crea sviluppo.

 

Nel corso dell’incontro, poi, sono intervenuti, insieme al presidente onorario Generoso Andria e al presidente Carlo Andria, anche i candidati a sindaco alle prossime elezioni comunali: l’attuale primo cittadino Paolo Russomando (Democratici per Giffoni), Nicola D’Alessio (Noi Riformatori per Giffoni) e Antonio Di Vece (Giffoni Città Nuova): un’opportunità per illustrare non tanto i programmi politici ma anche per

Campania: non è una regione per vecchi

discutere sulle strategie comuni di sviluppo territoriale, economico e culturale.

 

Paolo Russomando guarda già al prossimo futuro parlando della Fondazione Giffoni, “un progetto ambizioso e importante per il bene del paese che metterà in rete tutti i luoghi non solo del GFF ma anche di Giffoni Valle Piana, come il Borgo di Terravecchia e il Convento di San Francesco. Dobbiamo molto a questa rassegna cinematografica conosciuta in tutto il mondo. Senza il GFF, infatti, il paese non sarebbe quello che è oggi e non avrebbe potuto usufruire di tutti i finanziamenti che ha avuto in tutti questi anni”.

 

Parole di affetto per la rassegna anche da parte di Nicola D’Alessio che aggiunge: “Il Giffoni Film Festival è la nostra bandiera e io lo appoggerò come ho sempre fatto”. Antonio Di Vece, infine, ribadisce che “in un tempo così di crisi economica e di tagli alla cultura, Claudio Gubitosi deve inventarsi sempre più qualcosa per salvare questa rassegna bellissima e unica”. Di tagli ha parlato lo stesso direttore artistico che, però, non si demoralizza e non intende sacrificare la sua manifestazione. “Potremmo esportare ovunque il GFF, ma che senso avrebbe? Come potremmo – conclude Gubitosi – portare altrove questo festival che nel suo stesso nome,  Giffoni Film Festival, racchiude in sé tutto il valore della nostra terra?”.

 

 

IL NUOVO FESTIVAL "OPEN SPACE"

 

Giffoni Experience apre le porte di nuovi spazi, per allargare la fascia d'utenza. 10 location per 10 giorni di cinema, musica, teatro, arte, giochi, spettacoli e tante altre attività dedicate a un pubblico dai 3 agli 88 anni. 

 

1. SALA TRUFFAUT: Anteprime, Incontri con gli ospiti, Elements+3, Generator+13, Generator+16,      Giffoni Danza

 

2. CINEMA VALLE: Generator+18, Parental Control, Omaggi ai registi italiani, Short Links,            Amnesty, Verso Sud 

 

3.  PALA SORDI: Elements+6, elements+10, Incontro con gli ospiti, live music unplugged 

 

4. PARCO HOLLYWOOD: attività, spettacoli e giochi riservati alle famiglie, ai giurati e ai          professional 

 

5.  GIARDINO DEGLI ARANCI: Il Posto dell Favole (Teatro per ragazzi), Reload

 

6.  ANTICHE RAMIERE: Masterclass

 

7.  PIAZZA UMBERTO I: Giochi e attività per le famiglie e i più piccoli, attività   degli sponsor

 

8.  GIFFONI VILLAGE: attività ludiche e didattiche, spazi-laboratori, giochi per i più piccoli e attività       degli sponsor

 

9.  WONDERLAND: spettacoli sotto le stelle aperti al pubblico e gratuiti

 

10. CONVENTO DI SAN FRANCESCO: Mostre di arte contemporanea e cene di gala 

 

 

{gallery}/news2011/marzo/giffonincontra/openspace/:153:135:0:2{/gallery}

 
Last modified on Mercoledì, 28 Settembre 2016 08:41