News & Stories

Santa messa in diretta su Rete 4

Domenica, 15 Luglio 2012 11:44
Anche quest'anno Rete 4 ha dedicato una diretta al Giffoni Film Festival trasmettendo, questa mattina alle ore 10, dalla chiesa dell'Annunziata della cittadina picentina, la santa messa domenicale. Previste, nei prossimi giorni, altre celebrezioni che verranno trasmesse dalla rete Mediaset.

Anteprima nazionale di Madagascar 3

Domenica, 15 Luglio 2012 11:04
Il giorno di Alex, Marty, Gloria e Melman è finalmente arrivato. I simpatici animali protagonisti della saga “Madagascar”, film d’animazione di casa Dreamworks, che hanno fatto divertire milioni di persone con le loro mirabolanti avventure raccontate nelle prime due pellicole dirette da Eric Darnell, sono tornati sul grande schermo, in anteprima nazionale Al Giffoni Film Festival, per diventare, questa volta, “Ricercati in Europa”. Al Gff, infatti, oggi alle ore 19 (con replica alle ore 21.30) è prevista la proiezione del nuovo film - "Madagascar 3. Ricercati in Europa" - in cui ritroviamo Alex il leone, Marty la zebra, Gloria l’ippopotamo e Melman la giraffa in volo verso New York dopo la lunga fuga in Africa. A causa della scarsa competenza tecnica delle scimmie pilota, il loro aereo resta però bloccato a Montecarlo, dove per caso si uniscono alla troupe di un circo, guidato dall’anziana tigre Vitali, che un tempo ha visto giorni migliori. La tournée di spettacoli conduce l’allegra compagnia di animali nelle piazze più prestigiose d’Europa fino a concludersi nel cuore di Londra. Ed Alex, Marty, Gloria e Melman aiutano Vitali, Gia il giaguaro e Stefano, il leone marino, a ritrovare la passione e l’entusiasmo per lo spettacolo circense vissuto da protagonisti. Il film arriverà nelle sale il prossimo 22 agosto.

I prodotti tipici della Campania al GFF

Domenica, 15 Luglio 2012 11:01
Coldiretti Campania e Giffoni Film Festival insieme per la promozione delle tipicità enogastronomiche del territorio. Grazie alla partnership, Coldiretti ha decorato i luoghi più importanti del Festival con fiori e piante della floricoltura regionale e ha allestito due stand per promuovere i migliori marchi Dop e Doc campani, dalla mozzarella al vino agli ortaggi. "E’ un momento molto importante per le nostre imprese – spiega il direttore di Coldiretti, Salvatore Loffreda – di promozione delle nostre tipicità, di valorizzazione e tutela del nostro patrimonio agroalimentare, in un connubio tra turismo, territorio ed enogastronomia che sempre più deve caratterizzare l'economia della nostra regione. Queste sinergie sono fondamentali per promuovere l’utilizzo dei prodotti tipici, le attività  agricole, divulgando tra i giovani il progetto di Coldiretti della sana alimentazione e dei prodotti made in Italy”. 

Gigli felici per le strade del Gff

Sabato, 14 Luglio 2012 21:47
Lasciano a bocca spalancata chiunque non sia abituato a guardarli. Grandi e sontuosi, i Gigli di Nola viaggiano festosi per le strade del Giffoni Film Festival, attraversano la Città del Cinema con una energia assoluta tra canti, musiche e tastiere che vanno all’impazzata. “Felicità è far festa insieme” recitano le magliette verdi indossate dai tantissimi nolani accorsi per portare al Gff l’allegria e l’entusiasmo che caratterizzano da sempre la festa religiosa. Tre strutture enormi trasportate a braccio da centinaia di uomini. C’è il giglio bianco e barocco, omaggio a San Paolino, patrono di Nola, la barca che simboleggia “l’arrivo della felicità” e un terzo giglio realizzato in chiave moderna e originale. “Questa sera a Giffoni presenziano tre paranze fuse insieme – spiega Franco Nappi, tra gli organizzatori dell’evento e membro dell’associazione “Gli innamorati della festa” - ogni giglio è alto almeno ventuno metri, pesa quaranta quintali trasportati a spalla da centoventi persone e costa in media centomila euro raccolti tra questue e collette. Il repertorio che fa da colonna sonora alla parata prevede tutte le musiche che hanno a che fare con Nola e che sono amate dalla città accanto alle hit del momento”.

Al Gff due mostre sulla Felicità

Sabato, 14 Luglio 2012 20:57
"L'arte della felicità" e "Happy art" al Complesso monumentale San Francesco Sono state inaugurate questa sera, al Complesso monumentale San Francesco, le due mostre organizzate nell’ambito della 42esima edizione del Giffoni Film Festival. “L’arte della felicità – Le ragioni del sentimento” e “Happy art”, questi i titoli della due esposizioni curate rispettivamente dalla direzione dei Musei provinciali di Salerno e da Salvatore Colantuoni. La prima - a detta della direttrice del Settore Musei e Biblioteche della Provincia di Salerno, Barbara Cussino - rappresenta “un bellissimo viaggio per scoprire la felicità racchiusa nei dieci musei provinciali attraversando tutti i periodi e le tecniche, dalla Preistoria al Medioevo, dalla ceramica all’arte contemporanea”. La seconda mostra, invece, mette insieme le opere di 29 artisti – alcuni campani, altri provenienti da altre regioni, altri ancora stranieri ma residenti a Roma – che hanno interpretato attraverso la fotografia, la scultura, la video arte e la pittura, sia figurativa che astratta, il loro personalissimo concetto di felicità. “Un’esortazione a cogliere la felicità nelle cose semplici della vita quotidiana, a maggior ragione in un momento difficile come quello che stiamo vivendo”, questo, per Colantuoni, il messaggio che la mostra intende veicolare. All’inaugurazione hanno preso parte il managing director del Gff, Claudio Gubitosi, il sindaco di Giffoni Valle Piana, Paolo Russomando, il comandante provinciale dei carabinieri, Fabrizio Parrulli e i curatori delle due mostre, Barbara Cussino e Salvatore Colantuoni. 
Sorride e si emoziona Jessica Alba, primo ospite d’eccezione della 42 esima edizione del Giffoni Film Festival, quando incontra i giurati. Vestita di bianco e bellissima, l’attrice parla della sua visione della felicità: “Cerco di vivere il momento, di non pensare al futuro, di essere felice nel quotidiano. Mi godo la felicità quando mi si presenta, da quando sono mamma di due bimbi è la mia priorità, essere felice giorno per giorno mi basta”. Domanda dopo domanda, Jessica risponde con toni dolci e coinvolti e parla liberamente, con il cuore, della sua carriera. “Sono tantissime le cose che mi spingono a fare un film, il ruolo, gli attori con cui collaborare sul set ma soprattutto il regista: è lui che sceglie come plasmarti e qual è l’obiettivo da raggiungere, il risultato finale”. E con i tanti “panni” che ha rivestito condivide qualcosa. “C’è un pezzo di me in ogni ruolo che ho interpretato – spiega alla folla di giurati in delirio - non sento di appartenere ad un personaggio in particolare ma ho lasciato un po’ della mia personalità in ognuno di loro. Poter vestire i panni di qualsiasi persona è esattamente il bello del mio lavoro”. Un ruolo preferito però lo conserva: “Quello in Sin City perché è stato il ruolo più creativo. Ho amato lavorare con Rodriguez e se penso che stavo per non partecipare al film… Il regista, infatti, mi disse: “Sei eccessivamente dolce per questa parte, è un ruolo troppo tosto per te”. Ma poi quando mi fece l’audizione, fortunatamente cambiò idea”.   Sicura di sé senza mai perdere la sensibile femminilità che la contraddistingue. “Non sono una persona che ha molti rimpianti e non credo ne avrò in futuro perché tendo ad imparare da ogni cosa che mi accade, dagli errori come dalle cose positive. Non c’è nulla di inutile nella vita, tutto è esperienza”. Poi una domanda “difficile”: un ragazzo chiede se la morte del figlio di Sylvester Stallone, accaduta oggi all’improvviso per un presunto abuso di farmaci, possa essere stata causata dall’avere un padre così importante: “Non saprei ma credo che al di là della fama – replica dispiaciuta l’attrice - ciò che rende un figlio una persona sana è l’affetto. Celebri o meno, i genitori devono far sentire ai propri figli di essere amati, è l’unica cosa davvero importante”. Si torna al cinema, come diventare registi o attori? “Il modo migliore per imparare a fare un film è esercitarsi, fare pratica. Consiglio ai ragazzi che vogliono lavorare nel cinema di provare a fare tutto, allenarsi con gli amici, caricare video online, scrivere una sceneggiatura. Iniziare è la strategia più efficace per gettarsi nel cinema”. E i supereroi esistono? “Sì, i veri supereroi sono i non vedenti per me, lo penso da quando ho interpretato una donna cieca: il mondo non è attrezzato ad accoglierli ma nonostante questo vivono e riescono a destreggiarsi ugualmente con tenacia tra mille difficoltà”. Una donna di successo e, soprattutto, felice “anche se da adolescente ero molto isolata, non avevo tanti contatti con gli altri. Come per tutti i teenager anche per me è stata una fase complessa ma tutta quella negatività l’ho riversata creativamente nel cinema, l’ho trasformata in una forza produttiva”.

Mara Venier madrina del Gff 2012

Sabato, 14 Luglio 2012 19:27
Mara Venier: “Il festival mi ha portato bene. Siamo cresciuti insieme”  “Tutto è partito da qui, anni fa, quando, durante il festival del 1992 che io presentavo, mi arrivò la notizia che avrei condotto “Domenica In”. Io e il festival di Giffoni siamo, quindi, cresciuti e invecchiati insieme. C’è da dire però che molto è cambiato da allora: l’impatto avuto quest’anno è completamente diverso da quello di quella lontana edizione. Prima era tutto più casareccio, ora sembra il Festival di Venezia”. Mara Venier, madrina della 42esima edizione del Gff, arrivata oggi nella cittadina picentina, è apparsa visibilmente emozionata durante la cerimonia di inaugurazione del festival svoltasi questo pomeriggio alla Cittadella del Cinema, e soprattutto molto colpita per i grandi passi avanti fatti dalla manifestazione diretta da Claudio Gubitosi. La nota presentatrice ha però rivelato, durante la cerimonia di inaugurazione, di non credere nella felicità tout court: “Esistono attimi di felicità che bisognerebbe saper prendere al volo, apprezzarli e trattenerli il più possibile – ha dichiarato la Venier che ha poi ricordato cosa le disse anni fa Antonio Banderas a cui lei stessa, in un’intervista, chiese cosa fosse la felicità: “E’ un soffio di vento che ti accarezza i capelli, mi disse Banderas, e per me questa frase fu illuminante”. Alla cerimonia ha preso parte, tra gli altri, anche il presidente della provincia di Salerno, Edmondo Cirielli il quale ha definito il Gff “una realtà straordinaria e una grande occasione per i giovani di crescere insieme”. Ha poi aggiunto che una manifestazione come quella di Giffoni è un grande strumento di promozione culturale e territoriale che potrebbe ottenere ulteriori benefici se Salerno diventasse regione a sé”. A dare il benvenuto ufficiale alle centinaia di giovanissimi giurati che prenderanno parte al festival visionando i film in concorso, sia il presidente del Gff, Carlo Andria che il managing director del Gff, Claudio Gubitosi, il quale, dal palco della Sala Truffaut, ha dichiarato di aspettarsi, per questa 42esima edizione appena iniziata, oltre 170mila presenze e ha poi annunciato l’edizione brasiliana del festival che si terrà a San Paolo nel  gennaio 2013 grazie alla partnership stretta con l’amministrazione della città sudamericana.   
Promesse (affermate) della scena musicale surf italiana, i casertani Bradipos IV salgono stasera sul palcoscenico del Parco Hollywood (ingresso riservato a giurie e accreditati). Ghigo Crispi (basso), Enrico Ragni (batteria), Francesco Lopresti (chitarra e tastiera) e Massimiliano Crispi (chitarra) presenteranno alla scalmanata platea dei ragazzi del Gff atmosfere musicali costruite sulle pure sonorità surf californiane. Onde, freschezza, estate e note, il gruppo perennemente in tour, sempre più spesso all’estero, approda a Giffoni per far apprezzare ai fan un sound tutto da ballare che si appropria dei ritmi del “California dreamin’”, oltrepassando i canoni tradizionali del genere con tocchi originali e ispirazioni personalissime. In programma dal vivo, brani travolgenti dagli album "Instro - Mania!!" (Omom) e “Live at KFJC Radio!! (FreakHouse/FullHeads) fino agli omaggi d'autore come al “Fistful of dollars” del compositore Ennio Morricone e a “Carmela” del cantautore Sergio Bruni. Cultura sixtie’s, Phil Dirt come guru e un tocco di garage per un’avventura nata nel lontano 1994 e ormai in picchiata sulle maree della scena surf internazionale.Non resta che urlare insieme: Keep on Surfin!!!
Conto alla rovescia per la sedicesima edizione del Neapolis Festival che per la prima volta dal 1997 lascia Napoli per trasferirsi tra le atmosfere festose del Giffoni Film Festival. Grandi nomi della musica italiana ed internazionale salgono sul palcoscenico del Gff allo Stadio Comunale "Giuseppe Troisi" per unirsi ad un evento eccezionale. Un connubio tra festival che scommette sull’incontro esplosivo tra cinema e musica: on stage tra gli altri Pino Daniele, Caparezzae Patti Smith ai quali sarà consegnato per la prima volta quest’anno il “Premio Neapolis”. Il riconoscimento è una scultura inedita creata dai Fratelli Scuotto della bottega La Scarabattola che rappresenta "simboli apotropaici" legati alla scaramanzia tipica del Sud Italia. Dal 14 al 24 luglio i concerti si alterneranno senza sosta: si parte con Bradipos IV(14 luglio) per proseguire con Pino Daniele (15 luglio), Katap, Epo, Tre allegri ragazzi morti, Giardini di Mirò (16 luglio), Bungt Bangt e Caparezza (17 luglio), Dinosaur JR, Il Teatro degli Orrori, Blonde Redhead, Azari & III (18 luglio), Patti Smith, Joan as Policewoman, Is Tropical, I used to be a sparrow (19 luglio), Club Dogo, A Toy Orchestra, When The Clouds, Yes Daddy Yes (20 luglio), in chiusura Nina Zilli (24 luglio). L’incrocio tra festival darà il via anche ad uno spazio interamente dedicato alla musica emergente: tra il 18 e il 19 luglio su un secondo palco, il “Red Bull Bus Stage” dove si esibiranno sei band selezionate dalla direzione artistica del Neapolis e dal Contest Tourbus Chiavi in Mano: The Last Fight, The Shak&Speares, La Via degli Astronauti (18 luglio), Humanoalieno, Vacanza , Le Furie (19 luglio). E ancora, un’area espositiva per dare spazio a diverse realtà legate all’artigianato, al merchandising, al mondo della discografia indipendente e dell’associazionismo no-profit. Attesa una folla di fan e ragazzi che sarà accolta al campeggio gratuito: i possessori di un biglietto potranno, infatti, prenotare un posto tenda, scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ed un servizio navetta da Napoli e Salerno chiedendo un posto all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Per i concerti dei giorni 18 e 19 luglio è possibile acquistare un abbonamento che permette un risparmio di dieci euro. Tutti i tickets d'ingresso al Neapolis Festival si possono comprare direttamente online attraverso su Boxol.it e su go2.it.

Oggi la maratona Tim Burton

Venerdì, 13 Luglio 2012 16:20
OSette pellicole per un inizio festival all’insegna del fantasy dark, quello del maestro del genere Tim Burton. Oggi, alle 14.30, nel primo giorno del Gff 2012,  partirà, infatti, presso la sala Lumière della Cittadella del Cinema, la maratona cinematografica dedicata al regista statunitense che proporrà, fino a notte inoltrata, la proiezione di sette film tra i più significativi di Burton. Si parte con “Dark Shadows”, film del 2012 che narra di una famiglia, i Collins, che nel 1750, con il figlioletto Barnabas, emigrano in America e fanno fortuna. Dopo 20 anni, Barnabas spezza il cuore di Angelique, una strega che lo trasforma in vampiro e lo fa seppellire vivo. Dopo 200 anni, Barnabas viene liberato, è il 1972. La seconda pellicola proposta sarà “Pee-Wee’s Big Asventure” in cui un bizzarro uomo-bambino parte per un lungo viaggio alla ricerca dell'amata bicicletta, che gli è stata rubata. Incontrando altri strani personaggi, dal Texas arriva fino a Hollywood, dove mette a soqquadro gli studi Warner. Si continua con “Edward mani di forbice” in cui si racconta di uno scienziato che, morendo improvvisamente, lascia al mondo la sua creatura, un ragazzo che si ritrova delle forbici al posto delle mani. Il giovane, adottato da una famiglia, con la sua diversità suscita dapprima la curiosità, poi l’odio dei vicini, e si innamora di Kim. A seguire verrà proiettato “Ed Wood”, film ambientato in una Hollywood anni ’50 dove Ed Wood, un ragazzo con scarso talento, pochi soldi ma un grande amore per il cinema, sogna di diventare regista. Conosce Bela Lugosi, icona in declino del cinema horror, e ne fa il protagonista dei suoi bizzarri film. Sarà definito il peggior regista di tutti i tempi. Sarà poi la volta de “Il mistero di Sleepy Hollow” in cui il mistero del titolo si riferisce a quello di un villaggio in cui, nel 1799, l’investigatore illuminista Ichabold Crane indaga su tre omicidi attribuiti a un cavaliere senza testa che decapita le sue vittime. Il penultimo film in programmazione sarà “Big Fish”: il protagonista, Edward Bloom, è un uomo ha sempre raccontato storie straordinarie sulla sua vita, incantando tutti, tranne suo figlio William. Quando la madre Sandra lo avverte che il padre è malato, Will rimpatria da Parigi con la moglie incinta per conoscerlo davvero. La lunga maratona si chiuderà con “La sposa cadavere”, film in stop motion in cui Victor, figlio di borghesi arricchiti, deve sposare Victoria, figlia di nobili decaduti: sono nozze di convenienza, ma tra i due nasce l’amore. Di notte Victor, ripetendo le parole rituali, incontra Emily, la sposa cadavere, che lo porta nel mondo dei morti. Tutti i film verranno proiettati in lingua italiana e l’ingresso in sala è libero fino a esaurimento posti. 

Al via il GFF con Jessica Alba

Venerdì, 13 Luglio 2012 14:56
E’ già in Italia Jessica Alba la diva di Hollywood che aprirà domani 14 luglio il 42° Giffoni Film Festival, diretto da Claudio Gubitosi.  Sulla costiera amalfitana la star di “Sin City” e de “I Fantastici 4” si sta godendo sole e mare in attesa di incontrare gli oltre 3300 giovani giurati del più importante evento dedicato al cinema per ragazzi, e di ritirare il “Giffoni Award”.    Grande fan di Twitter l’attrice sta twittando con fan e amici postando foto e commenti su cibo e meraviglie del nostro Paese.  Il grande cinema di Giffoni si apre con la maratona Tim Burton che parte alle 14.30 e termina la mattina del 15 luglio alle 02.00 mettendo in rassegna “Dark Shadow”, “Pee-Wee’s Big Adventure”, “Edward Mani di forbice”, “Ed Wood”, “Sleepy Hollow”, “Big Fish” e Corpse Bride”.  La cerimonia di apertura è affidata a Mara Venier, madrina di questa edizione.  Il Giffoni Film Festival - in programma dal 14 al 24 luglio a Giffoni Valle Piana (Salerno) - con oltre 170 film in concorso, si arricchisce di un ricco calendario di concerti grazie all’accordo con il Festival Neapolis. Il 15 luglio a salire sul palco sarà Pino Daniele. Ma quest’anno il Festival sarà “diffuso e condiviso” con teatro di strada, mostre, oltre 100 espositori, spettacoli di burattini e fiabe all'aperto, corsi di educazione stradale, arrampicate ed escursioni, 70 appuntamenti tra giochi e animazioni e tanto altro ancora.   
Tutto pronto per la 42esima edizione del Giffoni Film Festival. Ieri sera, a poche ore dall'inizio ufficiale della rassegna previsto domani con l'arrivo della madrina Mara Venier e della star hollywoodiana Jessica Alba, il managing director della manifestazione, Claudio Gubitosi, il presidente Carlo Andria e tutto lo staff del festival hanno presentato alla cittadinanza giffonese, quest’anno ancora più coinvolta nell’organizzazione della manifestazione, il programma del Gff 2012. Prima della conferenza stampa, i giurati delle sezioni Generator +13 e Generator +16 hanno ritirato, presso la Cittadella del Cinema, i kit. Durante la serata sono stati resi noti anche i nomi degli esercizi commerciali giffonesi che si sono aggiudicati i premi messi in palio dal concorso “Esercizi di felicità – Creatività in vetrina”, lanciato dal Gff lo scorso 29 giugno con il fine di creare, anche grazie alla fantasia e alla creatività che i negozianti della cittadina hanno trasmesso nell’allestire le loro vetrine,  il clima giusto di attesa del festival. A valutare il giusto grado di “felicità” trasmesso dalle vetrine sono stati i dieci volontari europei arrivati a Giffoni da sei paesi europei – Francia, Spagna, Inghilterra, Turchia, Ungheria e Finlandia – che ieri hanno premiato i vincitori. Ad aggiudicarsi il primo premio di 500 euro, è stato il negozio di abbigliamento “Wanted” di Silvestro D’Ambrosio; il secondo premio, consistente in 25 biglietti omaggio per i concerti del Gff, è andato alla gelateria “Dolce Brivido” di Domenico Cannonero, mentre altri dieci biglietti omaggio messi in palio come terzo premio sono stati vinti dal bar “Central Cafè” di Luigi Elia.

I Gigli di Nola uniti al Gff

Venerdì, 13 Luglio 2012 11:57
Concordia ed unione tra i rappresentanti delle paranze della Festa dei Gigli di Nola. Il direttore artistico del Giffoni Experience, Claudio Gubitosi, ha convocato tutti gli esponenti delle paranze nel suo studio ad un giorno dall'inaugurazione ufficiale del GFF, quando, appunto, la secolare festa approderà a Giffoni Valle Piana. “E’ importante – ha spiegato il direttore Gubitosi – quello che fate e la storia che vi caratterizza, ma oggi avete una responsabilità. Davanti ad una platea di persone giunte da tutto il mondo, com’è quella del Giffoni Experience, voi dovete far vedere quello che siete veramente, la vostra storia che vi ha resi così famosi anche fuori i confini nazionali. Ci sono stati dei problemi ma questi vanno superati con la forza della tradizione  che portate avanti con devozione e sacrificio. L’obiettivo comune è quello del riconoscimento Unesco. Appoggio fortemente la Festa dei Gigli di Nola che è candidata e sarebbe un ottimo rappresentante per il nostro Paese. Sono certo che non si verificheranno più problematiche e che questa tradizione continuerà a vivere nel fulgore e nella bellezza che lo rende unico al mondo”. Tutti i rappresentanti, poi, dopo essersi dati la mano suggellando un patto di stima e amicizia, hanno fatto la foto con il direttore artistico del GFF sul red carpet inaugurando così, in anteprima, la classica tradizione del Festival che, da domani, vedrà protagonisti star del cinema internazionale. Secondo Gubitosi: “Il Giffoni Experience è l’esempio della Campania che si è messa insieme, che ha fatto squadra per valorizzare il suo territorio. Lo abbiamo fatto con il Neapolis, e lo facciamo, adesso, con voi che rappresentate una delle bellezze della nostra terra. Dobbiamo trasmettere, in questi undici giorni di festival, la nostra immagine positiva, di energia, felicità e forza alle migliaia di ragazzi che giungeranno da ogni angolo del mondo che porteranno non solo nel loro cuore, ma nelle loro vite, il ricordo della nostra terra e delle nostre potenzialità”. Che tutti gli organizzatori sono uniti e lottano per un comune obiettivo lo si evince  anche dalla collaborazione tra le varie paranze visto che al GFF, domani, si verificherà una cosa più unica che rara con la fusione delle stesse che da sei diventeranno tre. Ed ecco, dunque, che le paranze Trenchese e Volontari porteranno a spalla la barca, così come sia le paranze di Stella e Fantastic Team che Pollicino e Franzese si uniranno. Per l’occasione, e per rendere ancora più sentita la vicinanza con il Giffoni Experience, gli organizzatori della Festa dei Gigli hanno creato anche tre canzoni inedite sul tema della felicità. I gigli, infatti, “balleranno” sulle note di “A Giffoni”, “Se fossi Dio” e “Felicità”, questo – spiegano gli esponenti delle paranze – “per sottolineare quanto siamo onorati di essere ospitati in questa prestigiosa manifestazione che rappresenta per noi un’occasione importante per proiettarci in un circuito internazionale che di certo non si esaurirà il 14 luglio”. “Sarà – ha aggiunto, infine, Peppe Guerriero, maestro di Festa del Calzolaio 2013 a Nola – una competizione all’insegna della pace. Sulle magliette del mio comitato, infatti, a partire da settembre metterò lo slogan “Pace e Felicità”.    

I Gigli di Nola arrivano al Gff

Giovedì, 12 Luglio 2012 12:25
La 42esima edizione del Giffoni Film Festival sia apre all’insegna del folclore. Questa mattina, infatti, a 48 ore dall’inizio ufficiale della manifestazione, nel comune picentino, in via Agostino Tesauro, c’è stata l’alzata della borda dei due obelischi provenienti dalla Festa dei Gigli di Nola. Il Fabbro e il Calzolaio, queste le due paranze scelte per la partecipazione al festival; “Felicità è far festa insieme”, questo, invece, lo slogan che accompagnerà l’intera permanenza della delegazione nolana, ispirato al tema portante del Gff 2012, che campeggerà sulle magliette dei cullatori, dei musicisti, dei cantanti, dei parolieri, dei costruttori, dei microfonisti e dei membri delle tante associazioni culturali che prenderanno parte all’evento. Grande la partecipazione dei cittadini giffonesi che, questa mattina, hanno partecipato attivamente all’alzata degli obelischi che, insieme alla Barca – che arriverà a Giffoni sabato per l’inaugurazione ufficiale - resteranno in esposizione per tutta la durata del festival. La partecipazione al Giffoni Film Festival rappresenta per la Festa dei Gigli un’occasione importante per proiettarsi in un circuito internazionale che di certo non si esaurirà il 14 luglio.

Giffoni: il festival si presenta

Martedì, 10 Luglio 2012 15:04
Giovedì 12 luglio, alle ore 20 alla Cittadella del Cinema di Giffoni sarà presentato il programma della 42esima edizione del Festival. Un calendario ricco di eventi ed attività quello che il direttore artistico del Gff, Claudio Gubitosi, illustrerà al pubblico nella Sala Truffaut della Cittadella. Un coinvolgimento pressoché totale della cittadina, secondo lo spirito di condivisione e diffusione sulla quale punta fermamente questa 42esima edizione. Le attività, infatti, si estenderanno durante tutto il periodo della manifestazione a macchia d’olio su tutto il territorio cittadino e non solo.   Già dalle ore 19, l’area della Cittadella si colorerà con le maglie dei ragazzi di Generator +13 e +16, a Giffoni per ritirare i kit del giurato. Alla serata di presentazione parteciperanno, oltre al managing director Gubitosi, il sindaco di Giffoni Valle Piana, Paolo Russomando e il presidente del Giffoni Film Festival Carlo Andria.   Durante la serata saranno premiati i vincitori del concorso “Esercizi di Felicità – Creatività in vetrina”, riservato alle attività commerciali di Giffoni Valle Piana che dal 29 giugno al 10 luglio hanno allestito la miglior vetrina, basata sul tema di questa 42esima edizione: la Felicità. Le creazioni saranno valutate da una commissione composta dai dieci volontari europei del progetto GFF-EU provenienti da Francia, Spagna, Inghilterra, Turchia, Ungheria e Finlandia.