"L'importanza della longevità nell’hip-hop" è il titolo della seconda Giffoni Impact dedicata alla musica. L’argomento è attualissimo. Poiché l’approccio al business hip hop oramai travalica gli step della classica gavetta, grazie all’home recordings e ai nuovi media che permettono di promuoversi e farsi notare anche da un vasto pubblico, si sono abbattuti i filtri che rendevano l’espressione artistica matura e poi completa. 
Il “sì” di Daisy Ridley all’invito del direttore Claudio Gubitosi a tornare in presenza al Festival nel 2021 arriva forte, chiaro e in italiano assieme ai saluti finali con un tenerissimo “grazie mille”, sempre in lingua.
Va a tre talenti campani l’Explosive Talent Award: Giampiero De Concilio, Francesco Serpico e Massimiliano Caiazzo. A premiare i tre giovani attori, dopo averli inondati di domande, i giffoner della Masterclass Cult.
Recitare è vivere per lui, venire fuori dalla realtà ma entrarci dentro al tempo stesso: Lorenzo Zurzolo a #Giffoni50 con la spontaneità e la semplicità di chi crede nei sogni così intensamente da trasformarli in realtà. 
Il teatro come una strada per arrivare a sé stessi. Per esprimersi, e trovarsi. Parola di Yari Gugliucci, attore salernitano già impegnato in fiction e film, non ultimo “I bastardi di Pizzofalcone”.
Antonio Maglio, responsabile dell’Human Knowledge Program di Joule, ospite a Next Generation 2020, ha parlato oggi in una delle Masterclass Impact organizzati da Giffoni Innovation Hub di futuro, speranza e di energia. 
Pagina 1 di 3

Leggi anche