22 Agosto #Giffoni50

 

Nessuna, almeno al cinema, incarna la parità di genere meglio di Paola Cortellesi, per tre volte Nastro d'argento, l'ultima quest'anno con il film Figli di Giuseppe Bonito. 
  Il Giffoni Film Festival si conferma un'esperienza unica e coinvolgente, in qualsiasi modo la si viva. L’emergenza sanitaria non ha fermato la capacità aggregativa del Festival, che, ancora una volta, è stato capace di superare ogni barriera per raggiungere i suoi ragazzi ovunque. Lo ha fatto grazie a 46 hub (32 in Italia e 14 all'estero) che permettono a 2000 giffoner di partecipare a #Giffoni50.
Giunge al quarto appuntamento il Giffoni50 TALK con Nicolò De Devitiis a riassumere un nuovo, inteso, giorno del Festival. Questa volta in collegamento streaming ci sono gli hub di Roma, San Donà del Piave e quello croato che salutano i “colleghi” giffoner presenti.
Erri De Luca, scrittore, poeta, giornalista e traduttore, ospite del Giffoni Film Festival, ha voluto dedicare il premio Giffoni 50 alla famiglia di Giulio Regeni, il dottorando italiano dell'Università di Cambridge, rapito il 25 gennaio 2016, giorno del quinto anniversario delle proteste di piazza Tahir, e ritrovato senza vita il 3 febbraio nelle vicinanze di una prigione dei servizi segreti egiziani.

Cortometraggi in concorso il 22 agosto

Sabato, 22 Agosto 2020 09:09
Ricerca della libertà, disagi, disturbi alimentari, gravidanze inaspettate, amori, immigrazione. E ancora film di animazione, grandi temi della contemporaneità, sogni e conflitti intergenerazionali sono alcuni dei temi al centro delle proiezioni di oggi.
Pagina 3 di 3

Leggi anche