14 Luglio #giffoni2017

“Giffoni è un punto di orgoglio del Paese. Quando le idee sono buone, originali, accompagnate dal sudore, dalla fatica e dall'intraprendenza, si giunge ai risultati concreti”. A parlare, il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini, in visita alla Multimedia Valley nel primo giorno di Festival accompagnato dal direttore Claudio Gubitosi, dal presidente del Giffoni Experience Piero Rinaldi e dal sindaco di Giffoni Valle Piana Antonio Giuliano.
Il futuro di Giffoni passa per i contenuti, uno scenario in estensione che dai film si allargherà ai videogame, alla musica, al mobile e all’educazione.
Il nuovo lungometraggio Disney•Pixar arriverà nelle sale italiane il 14 settembre
Quarantacinque quintali il solo King Kong, quattro mesi di montaggio, un mese di rifiniture. Un omaggio alla famiglia Rambaldi, vecchia amica di Giffoni, che adesso ha un ricordo e una testimonianza del lavoro del Maestro degli effetti speciali.  
"Giffoni è un luogo magico perché c'è ancora la voglia di aggregarsi, di ascoltare gli altri di godere del cinema e per di più con una passione rara da trovare nelle persone: questo mi dà un'immensa fiducia nell'umanità": così Jasmine Trinca saluta i giffoners che l'accolgono con uno straordinario entusiasmo per il primo incontro con gli ospiti della 47esima edizione. "Il GFF è anche un luogo della memoria per me, uno dei primi posti che mi ha accolto come attrice" ricorda la Trinca, che torna con il pensiero all'edizione 2001, anno del debutto, appena diciannovenne, in "La Stanza del Figlio" di Nanni Moretti.
Ultimo fulgido esempio di una lunga tradizione di cinema d'impegno civile, il regista Antonio Piazza è stato il primo protagonista della sezione Masterclass della quarantasettesima edizione del Giffoni Film Festival.
Pagina 1 di 4

Leggi anche