Domenica, 02 Ottobre 2022 13:59

“Porta i nonni al cinema”: Multimedia Valley gremita per festeggiare la giornata nazionale a loro dedicata

“Non è più tempo di avere paura, ma di condividere gioia e sorrisi. È il momento delle favole al contrario, di riscrivere quelle storie oscure, di raccontare nuovi personaggi”. Sono state queste le parole con cui il direttore di Giffoni, Claudio Gubitosi, ha accolto nonni, nipoti e genitori accorsi dalle prime ore del mattino nella hall della Multimedia Valley per partecipare all’iniziativa Porta i nonni al cinema, nata per celebrare la giornata nazionale a loro dedicata.
Ad attendere ragazzi, adulti e bambini una prima colazione insieme con latte al cioccolato (offerto dall’azienda Yma), dolci (a cura delle pasticcerie Festival e Sorgente di Giffoni Valle Piana) e caffè per i più grandi. Un momento di condivisione e di incontro proseguito poi in Sala Blu con la proiezione del cult di animazione Up, film Disney - Pixar diretto da Pete Docter e Bob Peterson.

Abbiamo voluto questa giornata per rafforzare il senso di famiglia da sempre al centro di Giffoni - ha detto il direttore Gubitosi - oggi siete più di 200 e non posso che esserne felice. Abbiamo già deciso che nelle festività natalizie questo percorso continuerà: prima dell’8 dicembre, giorno dell’Immacolata, vorremmo organizzare una giornata speciale con i nonni nelle vesti di attori, pronti a recitare sul palco della Sala Truffaut la favola di Pierino e il Lupo. La vostra grande partecipazione mi ha fatto riflettere, ancora una volta, sulla potenza e sull’importanza delle figure dei nonni. Sappiamo tutti quanto siano fondamentali: hanno mantenuto e mantengono l’economia nazionale, sono un punto di riferimento per sostenere seconde e terze generazioni, con i bambini costruiscono un rapporto di affetto naturale e fortissimo. Possiamo dire che sono il punto di riferimento della famiglia”.

Gubitosi ha continuato con un ricordo importante: “Abbiamo tutti partecipato con dolore e paura a quello che ci è capitato nel 2020. Quei camion in fila a Bergamo sono impressi nella memoria di tutti, credo che un applauso a chi non c’è e non ha potuto vivere l’esperienza da nonno sia doveroso”.

E ancora una sorpresa in sala per nonni e bambini: la messa in scena di una favola al contrario. Orazio Cerino, insieme al direttore Gubitosi, ha dato vita alla narrazione di una Cappuccetto Rosso rivisitata in cui il lupo cattivo diventa un tenero amico della bambina, tanto da stringerle la zampa.

Prima della proiezione, poi, un omaggio alle figure dei nonni nel cinema con una clip che ha ripercorso le avventure  dell’amatissima Heidi, dei coraggiosi Belle e Sebastien, passando per film come The Way Home, Il Piccolo Lord, Little Miss Sunshine, La ragazza delle Balene, Willy Wonka e la Fabbrica di Cioccolato, Ruby and Rata, Coco e l’attesissimo UP.

E il divertimento non finisce in sala, colori a tempera alla mano bambini, ragazzi e nonni hanno potuto imprimere la loro impronta sull’albero della vita di Giffoni. Un segno indelebile di un legame unico, quello tra il territorio e l’evento che, in 53 anni, è cresciuto grazie anche al contributo delle famiglie. E, prima di andare via, un piccolo omaggio: a nonni e nipoti è stato dedicato uno speciale photocall. La polaroid della giornata (realizzata con la collaborazione di Foto Ema) è stata consegnata a tutti al termine dell’iniziativa.

Leggi anche