Mercoledì, 21 Settembre 2022 08:19

PRISMA: il 21 settembre su Prime Video dopo l'evento speciale a #Giffoni2022

Identità, aspirazioni e fragilità: PRISMA è la nuova serie di Ludovico Bessegato in arrivo su Prime Video il 21 settembre. Il regista e il cast hanno incontrato i juror di #Giffoni2022 in occasione di un evento speciale che ha svelato in anteprima retroscena e visioni di un lavoro intenso ed emozionante. Scritta da Bessegato e Alice Urciuolo e prodotta in Italia da Cross Productions per Amazon Studios, la serie, in otto episodi, racconta di due gemelli, Andrea e Marco (interpretati da Mattia Carrano), e dei loro amici, un gruppo di adolescenti di Latina, alle prese con la vita e la ricerca del proprio posto nel mondo. Nel cast con Carrano, Lorenzo Zurzolo, Caterina Forza, Chiara Bordi, LXX Blood, Matteo Scattaretico, Zakaria Hamza, Riccardo Afan de Rivera Costaguti, Flavia del Prete, Asia Patrignani, Elena Falvella Capodaglio, Andrea Giannini, Nico Guerzoni.

La storia, ha anticipato Ludovico Bessegato (SKAM Italia) a Giffoni, “ha un focus sui ragazzi del Duemila che cerchiamo di capire per dare loro voce. Le vicende sono corali ma ruotano attorno a due gemelli durante un periodo di grande trasformazione, l’adolescenza, ma anche in cui tutti cercano di capire chi sono. “Sullo sfondo della città di Latina – gli ha fatto eco la sceneggiatrice Alice Urciolo - si staglia allora un racconto di provincia con tutte le dinamiche della piccola comunità. Abbiamo sentito una grande responsabilità per approcciarci ad alcuni argomenti, non solo ci siamo documentati ma abbiamo anche incontrato chi ha poi ispirato i vari ruoli”. Lorenzo Zurzolo, appena visto in Sotto il sole di Amalfi, dà il volto ad uno dei protagonisti: “Questa è stata un’esperienza bellissima, anche perché è scritta da giovani e parla ai giovani. Sono sicuro che in molti ci si rivedranno”.
Marco è chiuso e timido e va pazzo per il nuoto mentre Andrea sta cercando di capire meglio se stesso e quale percorso intraprendere. “All’inizio non sapevo che avrei dovuto prestare il volto ad entrambi, che sono gemelli – ha raccontato il protagonista - ma è stato divertente perché vivono vite differenti, sono diversi e hanno anche un linguaggio corporeo che li distingue”.

Leggi anche