Mercoledì, 16 Febbraio 2022 14:45

Educare alle emozioni, Short Movie Lab, Scrittura Creativa e Movie Days: la didattica che cambia con Sedici Modi di Dire Ciao

Continuano i lab organizzati da Giffoni, finanziati dall’impresa sociale “Con i bambini” e interamente partecipata da Fondazione con il Sud

Sedici Modi i Dire Ciao continua a dimostrare che i ragazzi sono potenti agenti per il cambiamento e veri protagonisti della nostra società. Il progetto selezionato dall’impresa sociale Con i Bambini nell’ambito del “Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile” e organizzato dall’Ente Autonomo Giffoni Experience, ha coinvolto (solo nel 2021) circa 2000 giovani provenienti da Campania, Calabria, Sardegna, Veneto e Basilicata.

Il fenomeno dell’impoverimento educativo è fortemente connesso al mancato protagonismo dei ragazzi, che devono essere valorizzati sempre più per le qualità umane che sanno esprimere. Ecco perché Sedici Modi di Dire Ciao non si è mai fermato e ha continuato a proporre lab e iniziative sempre più coinvolgenti. Dalla scrittura creativa al primo approccio con l’ideazione di un soggetto, fino a intraprendere un percorso che “educhi” alle emozioni, a riconoscerle, comprenderle e viverle senza subirle. Basti pensare a LAVORIAMO SULLE EMOZIONI, il lab a cura del Centro San Nicola di Giffoni Valle Piana.  Dopo una prima serie di incontri mirati alla scoperta di sé, il lab continua da venerdì 18 Febbraio  con un percorso di analisi dedicato alla famiglia, alle sue diverse forme e sfaccettature, ai ricordi e alle emozioni legate a questa dimensione così intima e importante. Tutor del progetto sono le dottoresse Giulia Troisi e Rita Tucci. Un modo per amplificare l'autostima, la percezione di sé e dell'altro.

E si continua con Short Movie Lab - GRANDI STORIE IN POCHI MINUTI, un piano di formazione digitale con lab e incontri finalizzati a  sviluppare competenze linguistiche, artistiche ed espressive. Utilizzare l’espediente di un film per veicolare contenuti stimolanti è un’attività coerente con la funzione stessa della scuola: allargare gli orizzonti, rendere visibile l’oltre, essere una finestra su ciò che accade fuori. Short Movie Lab parte dal recupero di una visione partecipata e dalla comprensione del linguaggio audiovisivo per poi allargare il suo raggio d’azione. Il secondo step, infatti, è dare il via a un’alfabetizzazione ai media e alle immagini in movimento, individuando e sviluppando le idee per la realizzazione di uno short movie, fornendo gli strumenti per approcciarsi alla prima scrittura di un soggetto e alla successiva trasformazione in sceneggiatura e analizzando la grammatica cinematografica, dalla pianificazione delle inquadrature (storyboard) alla struttura del montaggio.

Il 26 e 27 febbraio torna l’appuntamento con i Movie Days: le giornate di cinema per la scuola, in versione digital, coinvolgeranno centinaia di ragazzi con proiezioni, dibattiti e confronti. Come sempre il cinema unisce anche quando si è distanti, perché guardare un film non è soltanto intrattenimento, ma un abile strumento per tirar fuori ciò che si ha dentro.

“Il progetto è stato selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD. www.conibambini.org”.

Leggi anche