Mercoledì, 06 Ottobre 2021 20:16

“Giffoni ha esportato il meglio dell’italianità nel mondo”: a Skopje la presentazione dello Youth Film Festival

Tutto pronto a Skopje (Macedonia del Nord) per la nona edizione dello Youth Film Festival, al via da domani e fino al 12 ottobre. L’iniziativa è cofinanziata per l’Italia dal Ministero della Cultura - Direzione Generale Cinema, dall’Agenzia Nazionale per il Cinema della Macedonia del Nord, sostenuta dall’Ambasciata d'Italia a Skopje e organizzata da Giffoni con l’associazione Planet M.

Questa mattina la Cineteca nazionale ha ospitato la presentazione dell’evento. All’incontro hanno partecipato il Primo Segretario dell’Ambasciata d’Italia a Skopje Mario De Rosa; il  Project Manager Marco Cesaroil direttore di Giffoni Macedonia Darko Basheski e la program director Dea Krstevska.

Giffoni è una grande realtà che ha esportato il meglio dell’italianità nel mondo - ha commentato Mario De Rosa - il festival non rappresenta solo un’idea di successo: è molto di più di un evento cinematografico perché dialoga con i ragazzi e con i loro bisogni. La vera forza è data dalla forte connessione che si crea tra ragazzi di diverse nazioni. Siamo felici che qui in Macedonia del Nord si torni ad un’attività in presenza, credo sia il vero segnale che qualcosa stia finalmente cambiando”.

Anche la rassegna macedone si baserà sul format già sperimentato da #Giffoni50Plus: alla giuria composta da 180 giovani suddivisi in tre categorie - juniors (dai 10 ai 14 anni), cadets (dai 14 ai 16 anni) e seniors (dai 16 ai 19 anni) - si uniranno gli hub macedoni ed esteri che seguiranno, in diretta, film, dibattiti e workshop online.

“Siamo riusciti ad assicurare a un numero ristretto di ragazzi, 180 in totale e in pieno rispetto dei protocolli di sicurezza, la realizzazione di questo sogno – ha spiegato Darko Basheski - altri 100 giovani si uniranno a loro online: una cinquantina si collegheranno dagli hub organizzati in cinque città macedoni, altri ancora da casa, così come i 30 juror stranieri vivranno questa esperienza da 5 Paesi europei: Italia, Croazia, Grecia, Romania e Polonia”.

Entusiasta anche Marco Cesaro: “Finalmente torniamo in Macedonia del Nord e lo facciamo grazie alla caparbietà di alcune persone ed enti - ha detto -  il primo che voglio ringraziare è il direttore Claudio Gubitosi, senza la sua determinazione non saremmo qui. Per quasi due anni abbiamo annullato tutte le manifestazioni internazionali, oggi siamo qui perché c’è bisogno di Giffoni. Pensiamo che i ragazzi abbiano bisogno di tornare a incontrarsi e respirare cinema. Speriamo di rivederci, nel 2022, per festeggiare i 10 anni di Giffoni Macedonia con delegazioni provenienti da 20 Paesi”.

Nel pomeriggio il team di Giffoni e la program director Dea Krstevska sono stati ricevuti dall’Ambasciatore OSCE a Skopje, Clemens Koja, per discutere di possibili collaborazioni future sui temi dell’inclusione e collaborazione tra istituti scolastici della Macedonia del Nord.

 

Leggi anche