Sabato, 24 Luglio 2021 20:39

Sedici modi di dire ciao, Music in campus riempie di musica e ritmo la giornata con la sala musicale allestita dalla Pino Daniele Trust Onlus

Una giornata scandita dal ritmo della musica per i ragazzi del Campus “Andate e Ritorno – Sedici Modi di Dire Ciao” al #Giffoni50plus con il lab “Music in Campus”.

L’Ostello di Borgo Terravecchia è diventato una sala da musica, grazie all’Associazione Pino Daniele Trust Onlus e ai giovani musicisti, compositori, cantanti e strumentisti, provenienti dai corsi di alta formazione pop-rock del Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. Partner dell’iniziativa di Giffoni Experience, selezionata dall’impresa sociale Con i Bambini e interamente partecipata da Fondazione con il Sud per combattere le povertà educative e offrire ai più giovani l'opportunità di crescere e ampliare il proprio background umano e culturale.

Sotto la guida di Alex Daniele, figlio dell’indimenticabile Pino e presidente della Onlus dedicata alla sua memoria, si sono incontrati e confrontati con la musica. Un processo che è importante nel percorso di contrasto alla povertà educativa del campus perché acquisendo dimestichezza con le sue tecniche, i ragazzi possono curare da soli la colonna sonora dei mini-documentari che stanno realizzando nell’ambito del progetto quadriennale di formazione e crescita.  Daniele dichiara : "Sono particolarmente felice di vedere una così attiva partecipazione dei ragazzi di sedicimodi alle nostre attività musicali, i laboratori che abbiamo creato sono esperienze di condivisione di grande valore dove il tempo che passiamo insieme diventa uno scambio di reciproco valore."

Nel corso della mattinata i Giffoner del gruppo +16 hanno fatto esperienza della musica, del ritmo. Prima con i musicisti hanno riascoltato alcune delle colonne sonora delle interviste dei mini – documentari realizzati nel corso de primo Campus di Sedici Modi di Dire Ciao, a Terranova di Pollino (Basilicata) dal 21 al 25 giugno.  Poi tutti assieme hanno fatto un viaggio nei modi in cui più musicisti riescono a suonare assieme ottenendo una musica armonica. Un’esperienza completamente live:  durante la mattinata ha spesso parlato la musica, suonata dai giovani performer del Verdi assieme ai ragazzi, per spiegare e provare dal vivo gli esempi di ritmo, tempo, battute, Costruendo in un mondo di emozioni e di suggestioni.

Lab immersivo ed esperienziale anche nel pomeriggio, per il gruppo +13. Il ritornello e come si costruisce, la lezione proposta. Per capire come un brano possa rimanere fisso in mente a chi lo ascolta. Creando quello che poi, nella narrazione audiovisiva, può essere usato per condurre l’attenzione verso gli elementi che si vuole mettere in evidenza. E poi, anche loro si sono uniti con la voce alla creazione armonica dei musicisti, facendo da coro così come imparato nel corso del lab. Guidati dai musicisti Alfredo Veltri; Federica Matera, Greta Bragoni, Luana Fraccalvieri, Marta Mandolesi, Rosita Brucoli, Simone Matteuzzi, Valeria Giordano, Alessandro Cacco, Carola Avola, Daniele Sartori, Daniele Spatara, Edoardo D’Ambrosio, Marco Pappolla, Matteo Vai, Raffaele Trapasso, Silvia Ottanà, Stefano Gentilini, Tommaso Caccia.

Il tempo del laboratorio di sabato 24 luglio “Music in Campus” è stato insomma scandito dal tempo delle note, che ha donato ai ragazzi una giornata sferzata dall’energia della musica. E non solo: dopo la prima giornata del lab hanno aggiunto un nuovo mattone alle competenze che li aiuteranno a confezionare per la colonna sonora dei loro mini – doc dei prodotti armonici. Grazie al campus del progetto quadriennale “Sedici Modi di Dire Ciao” che sta ospitando al #Giffoni50plus 50 ragazzi dagli 11 ai 17 anni provenienti da cinque regioni italiane: Campania (Eboli e Giffoni Valle Piana), Calabria (Cittanova), Basilicata (Terranova di Pollino), Sardegna (Nuoro) e Veneto (San Donà di Piave).

“Il progetto è stato selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD. www.conibambini.org”.

Leggi anche