Giovedì, 22 Luglio 2021 20:35

IMPACT!, Ludovica Lirosi: "Il mio grido di felicità? Essere qui con voi"

Poliedrica e determinata: è attrice, regista, sceneggiatrice e cantante e musicista. E’ questo il profilo di Ludovica Lirosi che ha incontrato questo pomeriggio i ragazzi della IMPACT!. Una carrellata sui tanti progetti già realizzati per una carriera che ha visto l’Italia ma anche gli Stati Uniti d’America e la Spagna come luoghi di maggior richiamo per la giovane artista.

Tra i progetti il documentario “Too much stress from my heart” dedicato al tema dell’immigrazione. Ha vinto agli American Movie Awards nel 2017 a Los Angeles come miglior film straniero, è stato anche selezionato al Festival del Cinema di Roma nella sezione “Alice nella città”. Un messaggio ha tenuto a lanciarlo ai ragazzi in sala: “Fate le vostre esperienze – ha detto – mettetevi anche in proprio, se riuscite a trovare una persona di fiducia, un socio, è ancora meglio perché lavorare insieme è importante. Sprono tutti voi a farlo perché è bello dedicarsi ed impegnarsi”. C’è la musica oltre al cinema e alle web series: “Per me – ha detto – è un’altra fonte di espressione. Faccio musica latin pop. E’ un po’ come interpretare un personaggio e farlo con la musica. Mi diverte”.

Ci vuole anche carattere per fare tutte queste cose e provare a riuscirci nel migliore dei modi: “Io credo – ha detto Ludovica Lirosi - che ognuno di noi affronta ostacoli che la vita ci pone quotidianamente davanti ed ognuno ha ostacoli diversi. Con le sofferenze, però, si cresce. So che quando superi una difficoltà diventa interessante la vita che ti riserva sempre delle sorprese. Tutto, però, è risolvibile. Se avete idee e determinazione allora andrete avanti sicuramente. Quello che davvero mi interessa è creare, è fare. Con perseveranza. L’importante è fare le cose e farle bene”. Il tema di Giffoni è un grido di felicità. Qual è il grido di felicità di Lirosi? “Sicuramente – ha concluso – tornare a parlare guardando le persone negli occhi, riprendere a comunicare in presenza. E’ stata una cosa che mi è mancata tantissimo”.

Leggi anche