Giovedì, 22 Luglio 2021 17:42

Sedici modi di dire ciao, i ragazzi a Giffoni imparano l'arte dello storytelling

La storia dell'eroe” al centro del nuovo lab, per imparare l'arte del narrare. Giovedì 22 luglio i ragazzi del gruppo + 13 sono stati protagonisti del laboratorio di scrittura creativa “Our Favorite Stories” al campus di “Sedici Modi di Dire Ciao”, l’iniziativa di Giffoni Experience, selezionata dall’impresa sociale Con i Bambini e interamente partecipata da Fondazione con il Sud per combattere le povertà educative e offrire ai più giovani l'opportunità di crescere e ampliare il proprio background umano e culturale.

Guidati da Manlio Castagna hanno imparato come si articola un racconto, ne hanno scoperto la struttura “tecnica”. Senza fermarsi qui: prendendo spunto da film e serie tv noti a tutti, hanno scoperto assieme quanto sia complessa l'arte del narrare del cinema, che non è solo parole, ma utilizza le inquadrature, le atmosfere, ogni singolo elemento dell'immagine per costruire il proprio messaggio.

I ragazzi hanno poi costruito una piccola storia, un esercizio di scrittura creativa che li ha messi in condizione di utilizzare praticamente quanto appreso, e poi le hanno lette. Scoprendo quanti universi di possibilità si possano creare a partire da pochi elementi di riferimento, da un incipit comune. Quanto la storia possa essere cambiata ed arricchita sfruttando la descrizione degli ambienti e dei personaggi, unendo elementi che a prima vista appaiono inconciliabili. Hanno toccato così con mano quanto possa essere potente lo storytelling e quante infinite opportunità espressive possa donare loro.

Con il “Lab Our Favorite Stories” i ragazzi che partecipano al campus del #Giffoni50Plus hanno dunque imparato a padroneggiare ancora meglio la narrazione. Arricchendo il proprio bagaglio di saperi, nell'abito del progetto “Sedici Modi di Dire Ciao”, utili a creare lo storytelling con il quale narreranno la loro esperienza dei campus, le loro passioni, le loro emozioni, la loro crescita. Non solo nell'ambito degli appuntamenti che dal 21 al 31 luglio li vedono protagonisti al Giffoni Film Festival, ma dell'intero progetto, partito lo scorso 1° febbraio e che, per quattro anni, coinvolgerà migliaia di giovani, dagli 11 ai 17 anni, di Campania (Eboli e Giffoni Valle Piana), Calabria (Cittanova), Basilicata (Terranova di Pollino), Sardegna (Nuoro) e Veneto (San Donà di Piave) in un percorso di crescita e inclusione.

“Il progetto è stato selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD. www.conibambini.org”.

Leggi anche

Agosto 01, 2021

Le emozioni della cerimonia di chiusura: "Giffoni è famiglia"

Categoria: #Giffoni50Plus 31 Luglio
Le premiazioni dei film vincitori Gli interventi del vicepresidente della Regione Campania Bonavitacola e del Sottosegretario alla Cultura, Borgonzoni. Le parole di Jacopo Gubitosi: si conferma il nostro spirito. Qui siamo tutti protagonisti, nessuno escluso