Venerdì, 23 Luglio 2021 09:06

I film in concorso il 23 luglio 2021


La speranza di una vita migliore è il tema prevalente della terza giornata del Festival.

Ore 10 alla Sala Truffaut, HER NAME WAS JO (Usa 2021), regia di Joe Duca, dedicato ai ragazzi di Generator +13: Jo non ce la fa più a vivere così: un patrigno ubriaco e violento rende la sua gioventù veramente difficile. Per fortuna che ha Selma, la sua migliore amica che la aiuta a cercare finalmente il suo padre biologico. Nella Sala Alberto Sordi, alle ore 10 e in replica alle 14,30, gli Elements +10 visioneranno MY DAD IS A SAUSAGE (Belgio, Paesi Bassi 2021) regia di Anouk Fortunier: Paul vuole cambiare vita! Sarà crisi di mezza età? Però lui vuole diventare un attore e, dopo una serie di eventi divertenti e strappa risate, riesce nel suo obiettivo e anche di più. Complice d’eccezione, sua figlia Zoë. Nella Sala Lumière ore 10, in replica anche alle 14,30, invece gli Elements +6 rifletteranno insieme su una storia di forte impatto emotivo: COME COME RAIN (India 2020) regia di Shafaq Khan. Islampura è in siccità da cinque anni, governo e abitanti del villaggio non trovano una soluzione, considerando che ciò che conta in quei contesti sono le differenze di religione e gli scontri che ne derivano. Per fortuna i bambini non sono come gli adulti: troveranno loro la soluzione alla siccità? Sala Truffaut ore 14,30 i ragazzi della sezione Generator +16 prenderanno parte alla proiezione del film EVERYONE HAS A SUMMER (Polonia 2020) regia di Tomasz Jurkiewicz: Agata e Mirek, due adolescenti che vogliono viversi appieno l’estate, grazie alla figura del nonno di Mirek scoprono l’attrazione e il sesso, mettendosi contro i valori cattolici e antiquati di alcuni ambienti. Ma… Un segreto lega entrambi. Per i Gex Doc alle 14,45 Sala Galileo I HAVE BEEN WAITING FOR YOU (Francia 2020) regia di Stéphanie Pillonca: Storie di coppie, coppie che non riescono ad avere figli e decidono di adottare. Con questo documentario sarà possibile condividere con loro preoccupazioni, speranze, dubbi, sofferenze ma anche gioie e soddisfazioni. Infine, alle 19,30 nella Sala Lumière, per i Generator +18 un film ambientato negli anni ’90 SMALL COUNTRY (Belgio, Francia 2020) regia di Éric Barbier: Siamo in Burundi, una vita normale per un bambino come tanti. All’improvviso, lo scoppio della guerra civile cambia tutto

Leggi anche