Giovedì, 10 Giugno 2021 15:00

STORM BOY - IL RAGAZZO CHE SAPEVA VOLARE: dal 24 giugno in sala la favola che ha incantato gli Elements +10

Il film, in concorso alla 49esima edizione del Giffoni Film Festival, è una rilettura del classico di Colin Thiele, interpretato dal premio Oscar Geoffrey Rush

I cinema italiani sono pronti ad accoglierlo a partire dal 24 giugno, distribuito da Medusa Film: STORM BOY – IL RAGAZZO CHE SAPEVA VOLARE, in concorso al Giffoni Film Festival 2019, è una storia commovente di amicizia e formazione ambientata sulle coste australiane.

Diretto da Shawn Seet, nel cast compaiono nomi di spicco come il Premio Oscar Geoffrey Rush, il giovanissimo Finn Little (alla sua prima apparizione cinematografica) e Jai Courtney (Divergent, Unbroken, Suicide Squad, Alita – Angelo della battaglia). L’opera è la trasposizione cinematografica dell’omonimo romanzo di Colin Thiele. Il libro fu pubblicato nel 1964 ed è diventato col tempo un classico della letteratura per ragazzi, specialmente in Australia, dove è un testo studiato nelle scuole elementari. A raccontare il percorso intrapreso per adattare quelle pagine al grande schermo è stato lo stesso regista che, tra domande e curiosità degli Elements +10, è riuscito a catturare la loro attenzione e approvazione.

Un film dolce e commovente, dove il paesaggio gioca senza dubbio un ruolo fondamentale, arricchendo ogni inquadratura di bellezze naturalistiche e scenari poetici e suggestivi. Storm Boy, Michael Kingley (Finn Little), è diventato un uomo d'affari di successo ormai in pensione (Geoffrey Rush). Grazie alla nipote Maddy, Madeline (MorganaDavies), sensibile alle questioni ambientali e che chiede il suo appoggio perché un nuovo disastro possa essere evitato, Michael inizia a rievocare la sua infanzia ormai dimenticata, trascorsa con suo padre Faraway Tom (Jai Courtney) lungo una costa isolata e incontaminata nel lontano Coorong National Park dell’Australia Meridionale. Il susseguirsi d’immagini del suo passato lo riporterà ai ricordi di come, da ragazzo, avesse salvato e allevato uno straordinario pellicano orfano di madre, da lui chiamato Mr. Percival. Il loro legame molto speciale e incondizionato avrà un effetto profondo su tutta la sua vita e lo porterà a una presa di coscienza risolutiva sul futuro della sua famiglia e dell’ambiente che lo circonda.

Un appuntamento al cinema per tutta la famiglia perché in grado di colpire l’attenzione dei più piccoli, fornendo loro una parabola in cui rispecchiarsi per elaborare concetti importanti. I più grandi, invece, oltre a godersi l’interpretazione di un uomo da Oscar come Geoffrey Rush, potranno emozionarsi e ritrovare un po’ del proprio percorso, di se stessi.

 

Leggi anche