Giovedì, 13 Maggio 2021 15:00

Dopo il debutto al Giffoni Film Festival 2019, ANNE vince il David di Donatello

Ha debuttato al Giffoni Film Festival, nella sezione Parental Experience dell'edizione 2019, il cortometraggio ANNE, vincitore del David di DonatelloBasato sulla storia vera di James Leininger, è prodotto da 10D Film, Anemone Film, in collaborazione con CSC Production – Centro sperimentale di cinematografia e Istituto Luce.

James si sveglia di notte in preda agli incubi. Ricordi di guerra, dei morti, delle molte battaglie combattute nel Pacifico durante la II Guerra Mondiale. Ha sei anni ed è nato nel '96. Eppure quei ricordi sono i suoi. Già vincitore del Premio Rai Cinema Rai Play, ANNE, contrariamente alle apparenze, non è un semplice film di animazione. Le scene narrativamente reali sono realizzate in rotoscope, tecnica di animazione che lavora su immagini di partenza girate dal vivo, mentre i sogni di James sono trasmessi allo spettatore con delle immagini d’archivio.

Gli autori - Domenico Croce e Stefano Malchiodi - hanno scelto di usare questa tecnica ispirandosi al cinema di Richard Lincklater. Il regista statunitense ha percorso la stessa strada in due film: Waking Life (2001) e A Scanner Darkly (2006). Il cast è composto da Filippo Croce, Alberto Paradossi, Nicole Petrelli, Ludovico Succio, Rossella Caggia, Anna Bonanome.

Domenico Croce è nato a Roma il 24 agosto 1992. Ha studiato ingegneria alla Sapienza. Nel 2014 ha vinto l’Hobbit Fan Contest con il cortometraggio "La strada va sempre avanti". Nel 2017 si è diplomato in regia presso il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Stefano Malchiodi è nato a Seriate (Bergamo) nel 1991. Al termine della scuola superiore ha frequentato un corso di produzione cinematografica presso la Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti di Milano, dove si è diplomato nell'estate 2014 con una tesi sul cinema indipendente. Nel 2017 si diploma in montaggio presso il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. In questo periodo sviluppa il suo interesse per il riutilizzo di materiale d’archivio e, nel novembre 2015, vince con un suo cortometraggio il premio per il miglior film a “Il Gusto della Memoria”, un festival dedicato ai film di repertorio.

Il prestigioso riconoscimento conferito ad ANNE è un nuovo successo anche per Giffoni Opportunity, che da sempre investe grande impegno ed attenzione nella scelta dei titoli da proporre ai suoi juror. Scelta che, ancora una volta, si è rivelata vincente.

Leggi anche