Sabato, 28 Novembre 2020 01:33

“Quanti mood nel food”: Quando la buona alimentazione diventa un lab

Il circolo didattico “Don Milani” racconta la dieta mediterranea con un corto

Il gusto nel cinema per raccontare tradizioni e sana alimentazione: si è concluso “QUANTI MOOD NEL FOOD” - Cinema Lab rivolto agli allievi del Circolo Didattico “Don Milani” di Giffoni Valle Piana – diretto dalla professoressa Daniela Ruffolo - con la collaborazione dell’Istituto Comprensivo “Patroni” di Pollica. Un’iniziativa che ha portato 30 studenti, dai 10 ai 12 anni, a comprendere l'importanza del mangiar bene, salvaguardando l'ambiente e preservandone antiche ricette.

Il percorso didattico è stato suddiviso in più fasi: la prima ha visto la realizzazione nei mesi scorsi di un’aula virtuale, dove i tutor di Giffoni Experience hanno guidato i ragazzi in un corso sulle tecniche cinematografiche. Durante le lezioni online i bambini si sono confrontati con gli allievi del “Patroni” di Pollica e, insieme, hanno lavorato all’ideazione e alla stesura di un soggetto ispirato alla promozione della dieta mediterranea. L'adozione della formazione a distanza è stata una sfida necessaria. Nonostante il momento complicato, infatti, la scelta è stata quella di portare avanti “QUANTI MOOD NEL FOOD” con una metodologia che potesse collegare educatori e studenti senza annoiarli. La videofactory di Giffoni non solo ha aumento e stimolato la fantasia e l’estro dei bambini, ma ha anche fornito loro gli strumenti per comprendere il linguaggio universale del cinema.

Dalla teoria alla pratica: il secondo step si è svolto quest’estate e ha visto i ragazzi trasformarsi in attori e registi, pronti a mettere in pratica le nozioni e le tecniche di ripresa che, fino a quel momento, avevano solo appuntato nei loro quaderni. Il corto, realizzato proprio a Pioppi (un piccolo borgo del Comune di Pollica nel Cilento), ha voluto raccontare la storia di quel luogo famoso per aver adottato il luminare americano Ancel Keys, padre della dieta mediterranea. I ragazzi hanno intervistato Delia, cuoca dello scienziato dal 1965 al 2000, e depositaria dei suoi insegnamenti.

Un’esperienza che ha unito più sfere, combinando didattica, divertimento e leggerezza e dimostrando che l’apprendimento passa anche dal cinema.

L’Iniziativa è realizzata nell'ambito del Piano Nazionale Cinema per la Scuola promosso da MIUR e MIBACT.

 

Leggi anche