Venerdì, 28 Agosto 2020 19:05

Marciani al Dream Team: “Se soffia il vento del cambiamento, siate mulini a vento”

“Se soffia il vento del cambiamento, siate mulini a vento”. Chiara Marciani, assessore alla formazione e alle pari opportunità della Regione Campania, è tornata a Giffoni per incontrare il Dream Team, con l’esperienza di “un’avventura” lunga cinque anni nell’esecutivo di palazzo Santa Lucia. “Sono stati – ha raccontato - cinque anni pieni di tante esperienze e avventure su progetti nati a volte all’improvviso e a volte ascoltando le esigenze dei ragazzi. Il leitmotiv è stato sempre lo stesso: cercare di offrire ai giovani campani opportunità formative non fini a se stesse. Ogni borsa doveva offrire reali opportunità. La nostra formazione – ha spiegato - voleva essere ed è stata cucita su misura: associata alla realtà del territorio e in grado di andare incontro alle opportunità non solo formative ma di occupazione”.

Marciani ha ricordato ai giffoner il lavoro svolto, richiamato gli strumenti messi a disposizione nell’ambito della formazione, dai voucher per le donne dai 18 ai 50 anni che vogliono fare un corso di formazione professionale o universitario alle iniziative messe su per l’imprenditoria femminile e, più in generale, per giovani professionisti. Il discorso è caduto anche sulla formazione a distanza in tempo di Covid-19: “Il mondo della formazione è vario, riguarda tutte le qualifiche regionali, da estetisti a pizzaioli – ha detto – Per questo non può funzionare solo con la didattica a distanza: molti corsi prevedono una parte pratica. Adesso, nel rispetto delle normative, i corsi stanno funzionando anche con la parte pratica”. L’assessore ha ricordato anche lo youth work e alla valorizzazione delle esperienze già esistenti: “Chi ha competenze acquisite anche in maniera informale potrà ottenere una qualifica professionale con una sorta di ‘sconto’ formativo”.

Marciani, assessore anche alla pari opportunità, ha parlato anche della recente approvazione della legge regionale contro l’omotransfobia: “La legge nasce da un contesto un po’ più ampio, per contrastare tutte le forme di violenza. Partendo dalla violenza contro le donne e altri tipi di violenza – la sua dichiarazione - volevano arrivare anche al contrasto all’omotransfobia”. L’intento, in sostanza, è quello di “continuare un lavoro già iniziato con progetti portati avanti nelle scuole”. Marciani ha dialogato con i giffoner, risposto alle loro domande e alle loro provocazioni. “Perché noi giovani dobbiamo restare in Campania?”, ha chiesto un membro del Dream Team. “C’è una cosa che mi di dispiace non essere riuscita a fare in questi anni – ha confessato Marciani – C’è un progetto della Regione Lazio che si chiama ‘Torno subito’. Consiste nel far andare i giovani all’estero per un percorso formativo a condizione che tornino nella loro regione per mettere ciò che hanno appreso al servizio di un’impresa del posto".

"Ecco – ha concluso l'assessore - io non vorrei che i giovani campani restassero qui da subito. Vorrei che andassero fuori per fare un’esperienza e poi tornare. Vorrei che potessero avere quell’idea geniale che valorizzasse le realtà del nostro territorio. Già succede, ma vorrei che succedesse all’ennesima potenza”. Infine, un augurio: “Se soffia il vento del cambiamento potete scegliere se essere mulini a vento o muri. Io vorrei che foste tutti mulini a vento”.

Leggi anche