Venerdì, 28 Agosto 2020 15:14

Ragazzi irresponsabili a #Giffoni50 per salvare l’ambiente

Di cosa abbiamo bisogno veramente? Dell’indispensabile, del necessario, dell’ambiente. “Considerate la quantità di oggetti che abbiamo nelle nostre case e pensate a dopo quanto tempo si trasforma in spazzatura”: Ezio Maisto ha provato a raccontarla così a #Giffoni50. In anteprima per i giffoner il suo Ragazzi Irresponsabili, il docufilm Infinity Lab su Fridays For Future, il movimento ambientalista studentesco ispirato dalla protesta di Greta Thunberg.

Ho voluto documentare lo straordinario innalzamento del livello di attenzione dei ragazzi verso i temi ambientali seguito alla diffusione del messaggio e dell’immagine di Greta – ha raccontato Maisto - È importante puntare l’attenzione sull’emergenza climatica e la crisi ecologica, tutti dovrebbero rendersene conto. C’è esigenza di cambiare il proprio stile di vita, di attivarsi e fare la propria parte”. Un viaggio di rivoluzione e speranza insieme agli studenti e ai ragazzi che con passione e determinazione si sono mobilitati per contrastare l’azione distruttiva dell’uomo sull’ambiente. “Per molti giovani italiani Greta Thunberg non rappresenta solo un simbolo, ma anche un’assunzione di responsabilità – ha spiegato il regista Maisto -Siamo noi stessi, col nostro impegno o disimpegno quotidiano, a decidere se cambiare o non cambiare le cose. Oggi, infatti, la vera rivoluzione passa dalla vita quotidiana”.

Un cambiamento culturale necessario, che viaggia sulle gambe dei giovani attivisti pronti a difendere quel pezzo di Mondo e futuro. “Purtroppo tutto questo non viene insegnato nelle scuole – ha aggiunto Maisto - tocca a noi aprire quella porta e entrare nel nuovo paradigma per costruire un mondo nuovo, per cercare la rivoluzione, quel cambiamento culturale capace di generare un’alternativa. La mia vita zero waste è una piccola ribellione personale, adesso c’è necessita di mettere in discussione tante cose e guardare con verità alle vecchie abitudini”. Cambiare, per proiettarsi alla responsabilità.

Fare attivismo è in un certo senso fare politica – ha continuato Monica Capo, attrice del docufilm - Abbiamo presentato la piattaforma Ritorno al futuro ai nostri politici ma i nostri appelli sono caduti sempre nel vuoto. L’emergenza climatica è un tumore, quando ci accorgeremo che è imminente forse sarà troppo tardi”. Perché, come ha sottolineato Alessandro Silvello, tra i protagonisti di Ragazzi Irresponsabili, questa “è un’urgenza. La strada verso il collasso”. Ripartire dall’ambiente, dalla nostra Terra, da Giffoni, dai giffoner. “Noi siamo l’ambiente – ha concluso Maisto - Noi possiamo fare tanto, non c’è lavoro se non c’è ambiente ed è l’ambiente a dover rappresentare quella priorità da difendere. Tutte le battaglie muoiono se muore l’ambiente”.

Infinity, la piattaforma di video streaming on demand del Gruppo Mediaset, nel 2019 ha creato Infinity Lab, il primo laboratorio italiano permanente sulla piattaforma Produzioni dal Basso, nato per essere l’incubatore di nuove storie, di idee e di competenze per registi, videomaker, autori e sceneggiatori. Documentari, inchieste, ma anche docu-fiction e reportage vengono selezionati e, raggiunto il 50% del budget previsto in crowdfunding, vengono cofinanziati per il restante 50% da Infinity, entrando anche nel catalogo dei contenuti on demand distribuiti dalla piattaforma di streaming.  Ragazzi Irresponsabili è uno dei documentari selezionati e cofinanziati nell’ambito della call “Uno sguardo all’ambiente”, lanciata per progetti audiovisivi sui temi dell’ecologia, sostenibilità e ambiente e sarà disponibile su Infinity in autunno.

Leggi anche