Mercoledì, 19 Agosto 2020 11:23

Il debutto della Yaris Arena, Gubitosi: i ragazzi ci stanno dando tante lezioni, sono il nostro orgoglio

È una delle novità di #Giffoni50, uno spazio di incontro e di condivisione, ovviamente in totale sicurezza, come i tempi oggi impongono. Ma il distanziamento sociale non blocca la voglia di emozionarsi. È la Yaris Arena che ogni sera ospita un talk con ospiti oltre che le proiezioni dei film in anteprima. È anche l’occasione per raccontare, per rivivere la storia di questa idea che si chiama Giffoni.

Per il debutto ieri, in occasione dell’evento dedicato ai 25 anni di Rainbow e della proiezione del film Disney “L’unico e insuperabile Ivan”, il direttore Claudio Gubitosi ha voluto salutare tutti i presenti. "Mi fa un certo senso essere qui – ha detto - questa come tutte le altre piazze di Giffoni rappresenta un luogo di incontro. Qui abbiamo condiviso tanti momenti che sono entrati nella storia di Giffoni".

"Per quest’anno – ha continuato – abbiamo creato una nuova geometria culturale che vuole essere innovativa e che tenga comunque conto del tempo che stiamo vivendo. Le misure di sicurezza sono superiori a qualsiasi disposizione di legge vigente.  Questa vostra partecipazione e collaborazione mi riempie di gioia. Voi ragazzi ci state dando lezioni Abbiamo da imparare da voi. La scuola di Giffoni ci rende orgogliosi, i ragazzi ci rendono orgogliosi".

Ha portato il suo saluto Pietro Rinaldi, presidente dell’Ente Autonomo Giffoni Experience: "Questo momento particolare – ha detto Rinaldi -  ci fa pensare al passato, alle piazze gremite degli anni precedenti, in questa piazza si è tenuto uno dei primi concerti di Gianna Nannini. Anche se gli anni passano, noi ci saremo sempre. Ci siamo grazie a voi e grazie ai giffoners. Ringrazio la rappresentanza di 400 giurati che saluto, uno per uno. Così come il mio grazie e la mia gratitudine va a quelli che ci seguono da casa, dall’Italia e dai tanti Paesi che sono collegati con noi".

Leggi anche