Lunedì, 10 Febbraio 2020 10:19

Safer Internet Day 2020, Giffoni contro il cyberbullismo

Domani, in occasione della giornata internazionale, su iniziativa della Polizia Postale di Salerno ed in collaborazione con l’Associazione Nazionale Magistrati, in Multimedia Valley duecento studenti assisteranno alla simulazione di un processo penale 

A Giffoni fa tappa Il Safer Internet Day. Domani, martedì 11 febbraio, è il giorno in cui su iniziativa della Polizia Postale e delle Comunicazioni, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, si tengono su tutto il territorio nazionale incontri, workshop e dibattiti dedicati al contrasto del cyberbullismo, fenomeno sempre più diffuso e che interessa particolarmente i giovanissimi.

La Sezione della Polizia Postale di Salerno in collaborazione con l’Associazione Nazionale Magistrati di Salerno e Giffoni Opportunity hanno organizzato la simulazione di un processo penale. L’evento che si svolgerà presso la Sala Galileo della Giffoni Multimedia Valley avrà inizio alle ore 10.00,  è destinato ai circa 200 ragazzi delle seguenti scuole: l’Istituto Comprensivo “F.lli Linguiti” di Giffoni Valle Piana, la Scuola Secondaria “Nicola Monterisi” di Salerno, l’Istituto Comprensivo “Giacinto Vicinanza” di Salerno ed il Liceo Scientifico “Giovanni Da Procida” di Salerno ed infine l’Istituto di Istruzione Superiore “Cenni-Marconi” di Vallo della Lucania.  

Ci saranno i saluti di Jacopo Gubitosi, Strategy Manager di Giffoni Exeperience, dell’Ispettore Superiore Roberta Manzo del Compartimento di Polizia Postale e delle Comunicazioni – Sezione di Salerno, del dottor Piero Indinnimeo, presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati – Distretto di Salerno. La simulazione del processo sarà a cura della dottoressa Tiziana Santoriello, giudice, della dottoressa Francesca Fittipaldi, pubblico ministero, dell’avvocato Simona Onesti, parte civile per il Centro Antiviolenza, Linea Rossa, Spazio Donna, dell’avvocato Arianna Santacroce, difensore dell’imputato.

L’obiettivo delle attività di prevenzione e di informazione è quello di coinvolgere, educare e formare i ragazzi a sfruttare le potenzialità comunicative del web e delle community online senza correre i rischi connessi al cyberbullismo, alla violazione della privacy altrui e propria, al caricamento di contenuti inappropriati, alla violazione del copyright e all’adozione di comportamenti scorretti o pericolosi per sé o per gli altri, stimolando i giovani a costruire relazioni positive e significative con i propri coetanei anche nella sfera virtuale.

«La sensibilizzazione sui temi della sicurezza online e sull’uso responsabile della rete – dichiara Nunzia Ciardi, Direttore del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni - è un impegno quotidiano della Polizia Postale e delle Comunicazioni. E la collaborazione con il Ministero dell’Istruzione è imprescindibile. Iniziative come quella della giornata mondiale dedicata alla sicurezza in Internet, celebrata ormai in oltre 150 paesi tra cui l’Italia, sono di grande importanza perché aiutano a portare la sicurezza della rete all’attenzione di un grande numero di persone, giovani e adulti, che a loro volta sono ineliminabili figure di riferimento per orientare i più piccoli ad un uso sicuro e responsabile della rete».

Leggi anche