Giovedì, 19 Dicembre 2019 17:29

Verde Giffoni: in Multimedia Valley il saluto a un anno molto intenso e il benvenuto al 50ennale con un nuovo brand

Verde Giffoni non è solo un colore, ma un percorso prima di tutto filosofico e umanistico. La sfida è quella di mettere in moto, nei processi culturali e nelle persone che li vivranno, nuovi stimoli. Si tratta di un nuovo brand sinonimo di un’ecologia del pensiero e della comunicazione”. È la voce del direttore Claudio Gubitosi ad accogliere, nella Sala Verde della Multimedia Valley, le 90 persone che lavorano, tutto l’anno, alla realizzazione delle oltre 540 attività organizzate da GiffoniOpportunity in Italia e all’estero. Un benvenuto diverso dal solito, perché emblema di un cambiamento che diventa segno sempre più evidente e si trasforma in traccia riconoscibile. “Verde Giffoni” è il colore adottato dall’impresa culturale: un pantone segno di un percorso, già avviato negli anni passati, che nell’anno del suo 50ennale si trasforma in cammino ancora più certo e proteso al futuro. Un simbolo rimarcato con decisione dalla consegna al team di felpe brandizzate.

A indossare le maglie verde brillante non solo le diverse anime dell’azienda ma anche istituzioni, tra queste il sindaco di Giffoni Valle Piane, Antonio Giuliano: “Per il nostro paese è una fortuna poter contare su uomini come Gubitosi – ha spiegato – Giffoni è un’opportunità non solo per i nostri cittadini ma per tutti voi. In 50 anni la nostra comunità è cresciuta, riuscendo a portare il mondo in una piccola area dei picentini”. Concorde anche il presidente dell’ente autonomo, Pietro Rinaldi: “Fare parte di Giffoni non è solo un’opportunità ma anche un privilegio – ha aggiunto – è grande la responsabilità che hanno i nostri giovani quando si avvicinano a quest’idea ma, altrettante, sono le soddisfazioni che riesce a regalare. Questo sarà sicuramente un anno memorabile”. Visibilmente emozionato Jacopo Gubitosi, strategy manager di Giffoni Opportunity: “La nostra non è solo un’azienda ma una grande famiglia – ha detto – quando raggiungiamo un successo è il risultato del lavoro di una squadra affiatata, viceversa, quando si presenta un problema riusciamo a fare sistema per trovare le soluzioni giuste. Sento forte la responsabilità di questa idea, ma affronterò il cammino con la consapevolezza che a sostenermi c’è un team di persone che amano profondamente Giffoni”.

Un’occasione, quindi, per confrontarsi su quello che è stato un anno molto intenso e fare il punto su quello che sarà il 2020. Prima novità tra tutte l’arrivo di nuove professionalità: presenti in Sala Verde anche dieci giovanissimi, dai 23 ai 30 anni, che a partire da gennaio entreranno a far parte della famiglia di Giffoni.

Leggi anche