Giovedì, 21 Novembre 2019 17:26

Quando il cinema incontra la scuola: School Experience a Nuoro è anche lab per studenti e docenti

La terza tappa del festival itinerante, promosso da Miur e Mibact, si chiuderà domani alle 20 nell’auditorium “Salvatore Satta”

Promuovere la formazione di una nuova generazione di spettatori consapevoli e appassionati, creando un legame attivo tra il mondo della scuola e il cinema: è uno degli obiettivi di MovieLab, il workshop rivolto agli allievi degli istituti secondari di II grado organizzato all’interno di School Experience. Anche a Nuoro il festival itinerante, ideato da Giffoni Opportunity e promosso da Miur e Mibact, ha visto la partecipazione di oltre 2000 studenti in pochi giorni. I ragazzi si sono immersi quotidianamente in un mondo di immagini con un laboratorio attivo che mira a sfruttare le potenzialità dei linguaggi audiovisivi, vicini agli interessi dei ragazzi, per promuovere percorsi di crescita e formazione. Il cinema diventa così uno strumento di conoscenza e lettura della realtà, volto a stimolare uno sguardo più attento, ad affinare il gusto estetico, a promuovere il senso critico, a favorire le possibilità di dialogo e confronto. Indirizzato totalmente a docenti e dirigenti, invece, è Digital prof. Il corso ha come obiettivo quello di portare in classe l’educazione digitale affinché i device possano costituire un mezzo utile alla didattica, al passo con le competenze e le esigenze delle nuove generazioni.

Intanto nell’auditorium “Salvatore Satta” i film in concorso continuano a raccogliere applausi: a chiudere la sezione dedicata ai lungometraggi, Feature Experience, è stato BLINDED BY THE LIGHT - TRAVOLTO DALLA MUSICA, il film della regista indiana Gurinder Chadha, premiato al Giffoni Film Festival nella sezione Generator +13. Una storia gioiosa di coraggio, amore, speranza e famiglia, che racconta la capacità unica della musica di sollevare lo spirito. E’ il 1987, nel Regno Unito è periodo della ferrea guida di Margaret Thatcher, dell’inquietante ascesa del National Front e dell’irruzione nelle radio di elettronica e sintetizzatori. Dura la vita per Javed (Viveik Kalra), un adolescente britannico di origine pakistana, che vive nella città di Luton. Nel tumultuoso clima razziale ed economico dell’epoca, il ragazzo scrive poesie come mezzo per sfuggire all'intolleranza della città natale e all'inflessibilità del padre tradizionalista. Ma quando un compagno di classe lo introduce alla musica di Bruce Springsteen, trova nei potenti testi del Boss dei paralleli con la sua vita da ragazzo della classe operaia. Presto Javed scopre che la musica ha un effetto catartico per i suoi sogni repressi e comincia a trovare il coraggio di esprimersi con la sua voce. Già nota al grande pubblico è la regista Chadha, diventata famosa per il lungometraggio del 2002 Bend It Like Beckham - Sognando Beckham, campione d'incassi. Sua la capacità di spalancare gli occhi sulle complessità della comunità di immigrati pakistani e indiani in Gran Bretagna e sul fatto che i sogni si possono realizzare se ci credi fino in fondo.
Sei, invece, i corti in concorso per Short Experience con opere realizzate da registi italiani e internazionali, tra questi: BROTHER di Beppe Tufarulo, IL PRIMO GIORNO DI MATILDE di Rosario Capozzolo, PUPONE di Alessandro Guida, SELFIES di Claudius Gentinetta, SONG SPARROW di Farzaneh Omidvarnia, THE BOX di Dusan Kastelic.

La terza tappa di School Experience si chiuderà domani, alle ore 20:00, presso l’Auditorium dell’Istituto Tecnico Commerciale “Salvatore Satta” alla presenza dell’intera cittadinanza, della comunità studentesca e delle istituzioni. Durante l’evento sarà presentato il cortometraggio ideato e interpretato dagli studenti di Nuoro con la guida della video factory di Giffoni.

Leggi anche