Venerdì, 19 Luglio 2019 21:19

Tra Youtube e grande schermo: Cinema e creatività digitale si incontrano a Giffoni con The Show, i Pantellas e Willwoosh

Entrano accompagnati da sorrisi e urla: le mani dei circa 1000 jurors presenti in sala Truffaut nella prima giornata della 49ma edizione del Giffoni Film Festival sono impegnate a tener fermi cellulari e tablet per immortalare l'arrivo di Jacopo Malnati e Daniel Marangiolo, ovvero I Pantellas, di Alessandro Tenace di The Show e di Guglielmo Scilla, per tutti Willwoosh. Sono loro ad animare un'interessante panel su cinema e creatività digitale con Stefano Caridi, Partnership Manager di YouTube, per riflettere con i ragazzi sui rapporti tra grande schermo e nuove forme del racconto web. Tutti concordi sugli scambi possibili tra le due diverse forme d'arte: se il cinema può imparare dal web quel coraggio di sperimentare che sembra aver perso, Internet ha molto da mutuare sul tipo di organizzazione produttiva propria del grande schermo, oltre che sull'importanza della 'firma', di quella marca unica che rende ogni autore riconoscibile e che invece sul web finisce per appiattirsi in una continua copia di cose già fatte da altri.

"All'inizio YouTube era una piattaforma per condividersi, non per mostrarsi. Se sognate di aprire un vostro canale, capite bene quali sono i vostri obiettivi: se lo fate per fama e per soldi state costruendo il vostro futuro su fondamenta molto pericolose" sottolinea Scilla. Un monito che si intreccia perfettamente con i valori e la missione dell'iniziativa Vivi Internet, al meglio, presentata oggi al Festival da Google, Altroconsumo e Telefono Azzurro e che ha visto il Giffoni 2019 luogo privilegiato per presentare ai ragazzi i nuovi contenuti sviluppati per giovani e adulti nell'ambito delle attività promosse per un uso consapevole e responsabile di Internet. A Scilla fanno eco i Pantellas: "Bisogna sempre riflettere molto bene su quel che si fa sul web perché può avere conseguenze sugli altri e può ritorcersi contro noi stessi". Sulla stessa linea Alessandro dei The Show che ricorda a tutti che "Internet va usato sempre con cautela, responsabilmente", mentre Willwoosh chiude con una metafora semplice ed efficace: "Internet è un mezzo, come l'auto: in sé non è ne buono né cattivo. Se guidi con cautela arrivi sano a destinazione, se ti comporti male metti a rischio te e gli altri. Dietro il volante ci sono persone, ci siamo noi. Non dimentichiamolo mai".

Leggi anche