Venerdì, 19 Luglio 2019 13:58

Il Direttore Gubitosi ai 47 Ambassadors di Giffoni “Avete il compito di migliorare il mondo”

Quarantasette ambasciatori di Giffoni, quarantasette testimoni del coraggio di un’idea, quarantasette portavoce dei valori che il Festival trasmette da ben 50 anni. In occasione dell’apertura della 49esima edizione, in Multimedia Valley, i quarantasette Ambassador, provenienti da tutta Italia, hanno ricevuto il passaporto che dà loro il compito di diffondere il messaggio e lo spirito Giffoni nelle loro scuole e nelle loro città.

A consegnare il passaporto, insieme al direttore Claudio Gubitosi, Corrado Matera, assessore allo sviluppo e promozione del Turismo della Regione Campania, il presidente di Giffoni Experience, Piero Rinaldi, lo strategy manager di Giffoni Experience, Jacopo Gubitosi e il sindaco di Giffoni Valle Piana, Antonio Giuliano.

Orgoglioso di questa iniziativa l’ideatore e direttore Gubitosi: “Sono anni che pensavo a questa opportunità. Questi ragazzi si sono meritati il titolo di Ambasciatori di Giffoni – ha dichiarato introducendoli nella Sala Conferenze della Mutlimedia Valley – È anche con loro che avviamo un completo cambio nell’impostazione e nell’approccio, un capovolgimento della logica normalmente applicata. I nostri ambasciatori in questi anni hanno lavorato bene. Si sono espressi nel migliore dei modi e amano Giffoni più di quanto possa amarlo io”.

Gli Ambassadors saranno coordinati dal campano Stefano Rainone, e avranno il compito, ambizioso e stimolante, di diffondere il brand Giffoni, con particolare attenzione alle realtà scolastiche ed universitarie: “Quest’anno – ha continuato il direttore Gubitosi -  ho incontrato non meno di 60mila ragazzi in giro per l’Italia, andando nelle piccole realità comunali, nelle scuole e negli Atenei. Con gli Ambasciatori si inverte la logica perché loro oggi possono andare nelle loro scuole e nelle loro realità e dire: io sono Giffoni, posso portare qui Giffoni qui. Cominciamo così l’era cinquanta”.

E se è iniziata la corsa verso il cinquantennale di Giffoni, nessun motto può rappresentare meglio la sfida che aspetta gli Ambassador: “Quello che succede qui migliora il mondo”. “E voi – ha così concluso il direttore Gubitosi – siete chiamati a migliorare il mondo”.

Leggi anche