Giovedì, 21 Febbraio 2019 14:59

Erasmus+ arriva a Giffoni per "costruire un futuro migliore!"

Un progetto biennale d’eccellenza che coinvolge l’Italia: 30 giovani studenti europei provenienti dalla Repubblica Ceca, dalla Slovenia e dalla Polonia parteciperanno il 26 febbraio a una vera e propria “scuola di cinema” con Giffoni Experience negli spazi della Cittadella del Cinema e della Multimedia Valley, e saranno ospiti, per una settimana, da domenica 24 febbraio a domenica 3 marzo, delle famiglie di Giffoni Valle piana, studiando fianco a fianco ai propri coetanei dell’Istituto “F.lli Linguiti”.

Building a better future by addressing ecology and immigration problems through innovative teaching methods, multiculturalism and multilingualism” è il nome ufficiale del progetto: un’immersione totale nel mondo del cinema, con lo scopo di costruire un futuro migliore per le nuove generazioni, attraverso la comprensione di grandi e importantissimi temi di attualità: migrazione dei popoli, ecologia e multiculturalità. E quale realtà potrebbe sintetizzare questi concetti meglio di Giffoni Experience, che da quasi 50 anni accoglie migliaia di giovani provenienti da ogni parte del mondo, di differenti etnie, credi religiosi ed estrazioni sociali e culturali, e che dal 2018 ha inaugurato un triennio dedicato alla salvaguardia del Pianeta e dell’ambiente?

Sono questi i focus del programma “Erasmus + / Azione Chiave 2”, che prevede, nell’ambito dei partenariati strategici, la mobilità di insegnanti e studenti, e che coinvolge la Scuola Secondaria di Giffoni Valle Piana “F.lli Linguiti”, guidata dalla dirigente scolastica Sofia Palumbo.

Gli studenti provengono dalle scuole “Velika Dolina” di Brezice (Slovenia), “Skola Podstawowa” di Varsavia (Polonia) e “Zakladni Skola materska Barvirska” di Liberec (Repubblica Ceca). Accompagnati dalle docenti Daniela Marková, Aneta Wollrabová, Mojca Bregar Goričar, Edita Krošl, Anna Zawadzka, Sylwia Bombała, Mariarosaria Trotta e Doriana Vecchio, saranno ospitati dalle famiglie degli alunni del “Linguiti” per una settimana, parteciperanno alle attività scolastiche e lavoreranno insieme agli studenti italiani alle attività previste per il progetto, tra cui quelle in collaborazione con Giffoni Experience.

Oltre alla vita scolastica gli studenti scopriranno i luoghi e le tradizioni culinarie giffonesi, passeggeranno per le vie del paese alla scoperta di chiese e monumenti, visiteranno il centro storico di Salerno e le bellezze degli scavi di Paestum e Pompei.

L’arrivo a Giffoni è solo la punta di diamante del progetto, iniziato con un primo meeting di coordinamento a Varsavia lo scorso ottobre, presso la “Szkola Podstawowa n.211”. In ciascuna scuola coinvolta è stato organizzato un contest per scegliere l’icona simbolo del progetto: a vincere è stato uno studente della Repubblica Ceca, Martin Sasek, autore del migliore tra i 12 disegni arrivati in finale.

“Se è vero che Erasmus offre principalmente ai ragazzi l’opportunità di comunicare in lingua inglese, di lavorare in gruppi transnazionali collaborando, scambiandosi esperienze, sviluppando abilità sociali, è anche vero - sostiene la dirigente Sofia Palumbo - che agli insegnanti è data una grande opportunità per ampliare il proprio bagaglio culturale e professionale, poiché le esperienze di cooperazione possono dare un forte input per cambiare il modo di fare scuola, migliorare la qualità dell’offerta formativa e degli insegnamenti/apprendimenti. Siamo orgogliosi, conclude la dirigente, di prendere parte a questo progetto e di poter lavorare in una innovativa e coinvolgente dimensione europea.”

I ragazzi, infatti, sono stati impegnati in un faticoso ma divertente lavoro di ricerca sulle tracce del passato: in ogni paese gli studenti hanno dovuto cercare la “presenza” di persone – presenti o passate - provenienti dalle altre nazioni coinvolte, e nelle seguenti categorie: architettura, ristorazione, industria, monumenti o edifici. E cercando con pazienza in archivi, siti – tra cui quello dei Giffoni Experience – e consolati hanno trovato tracce polacche in un dolce campano, slovene in un concorso di musica dell’Università di Salerno e compositori di origine ceca al Teatro “San Carlo” di Napoli.

Confrontando tracce, analizzandole e discutendone gli studenti hanno potuto apprendere un monito che Giffoni Experience porta avanti da sempre con determinazione: i confini esistono solo sulla carta, che c’è sempre un legame tra i popoli (nel passato come nel presente) e che siamo tutti cittadini europei ma allo stesso tempo del mondo.

Gli elaborati, inoltre, saranno resi disponibili tramite alcune piattaforme come eTwinning, sui siti delle scuole coinvolte, e in occasione di eventi divulgativi e servizi giornalistici e televisivi locali. L’Istituto “Linguiti”, inoltre, si occuperà di registrare tutte le fasi del progetto in un sito web visibile su quello ufficiale della scuola.

Manlio Castagna modererà l’incontro del 26 febbraio e la proiezione di alcuni cortometraggi della sezione Elements +10, tra cui “How Tommy Lemenchick Became a Grade 7 Legend”, “Stay”, “The Trophy Thief”, “The Red Thunder”. Il pomeriggio sarà dedicato alla formazione con il format Movie Days LAB: attraverso un video modulare interattivo, agli studenti in sala sarà spiegato come realizzare la scena di un film, partendo da fotografia, musiche, montaggio, dialoghi e inquadratura.

Leggi anche