Domenica, 11 Novembre 2018 16:31

Ecco i vincitori del Believe Film Festival

La prima edizione della rassegna veronese è stata organizzata con il patrocinio di Giffoni Experience, Regione del Veneto, Comune di Verona, Cinematografo.it e ACEC Triveneta

Il “Believe Film Festival, dedicato ai ragazzi dai 13 ai 19 anni e ideato dal 'Team Believe – al servizio del talento', ha annunciato sabato 10 novembre, durante una serata piena di emozioni, i vincitori della prima edizione. Patrocinato da Giffoni Experience, Regione del Veneto, Comune di Verona, Cinematografo.it e ACEC Triveneta, il festival nasce con l’obiettivo di supportare e sostenere giovani talenti, ed è diretto da Don Francesco Da Re, che guida anche l’oratorio della parrocchia Santa Croce di Verona.

I vincitori hanno ricevuto, nel Cinema Alcione del comune veneto, quattro premi formativi del valore di 500 euro ognuno, messi generosamente a disposizione dal Comune di Verona grazie all’impegno dell’assessorato alle politiche giovani guidato da Francesca Briani.

Il cortometraggio “Louder” si è aggiudicato il riconoscimento come miglior film: diretto da Alexander Faganel, di Gorizia, l’opera è un inno all’adolescenza, con la colonna sonora composta da Emanuele Gabrielli. La miglior sceneggiatura è stata assegnata a Leonardo Angellotti, di San Donà di Piave, per “Bluff”, un corto di genere noir. “Ricomincio da me”, della tarantina Giada Ingenito ha vinto, invece, il premio come miglior recitazione, per una storia famigliare in cui madre e figlia riescono a far pace con le proprie insicurezze e paure. Premio del pubblico, infine, al corto “Social Down”, scritto e diretto da Antonio Di Giacomo, di Rionero in Vulture, una critica contemporanea al mondo dei social network. E’ stato possibile esprimere la preferenza grazie all’app bePLAY, realizzata ad hoc per il Believe Film Festival.

La giuria, presieduta dal direttore Gubitosi, è stata composta da Fioretta Mari, attrice e acting coach, dal regista Cristian De Mattheis, e dai giovanissimi artisti Ludovico Girardello - protagonista del film “Il ragazzo invisibile”, diretto da Gabriele Salvarores - Valerio Vanzani, Davide Mogna e Francesca Piroi.

Il coinvolgimento di Giffoni Experience è stato possibile grazie alla richiesta di aiuto rivolta al direttore Claudio Gubitosi da Tommaso, un diciassettenne che ha cercato con caparbietà supporto per promuovere la rassegna. “Che emozione vedere ragazzi eleganti, puliti, belli fuori e belli dentro – ha affermato Gubitosi – il Believe, come Giffoni, non è un grande festival ma una cosa vera, sincera. La richiesta di Tommaso mi ha emozionato e ricordato gli inizi, quando avevo 17 anni e grandi difficoltà che ho sempre superato. Auguro a tutti i ragazzi del Believe di continuare a lavorare con entusiasmo e passione”.

Last modified on Venerdì, 16 Novembre 2018 20:36

Leggi anche

Please publish modules in offcanvas position.