Mercoledì, 21 Marzo 2018 13:57

Gubitosi agli studenti del “Fratelli Linguiti”: “Giffoni è una responsabilità anche vostra. Credete nelle idee!”

Un’idea non ha padroni ma, se amata abbastanza, cresce solida. E lo fa grazie a chi, ogni giorno, decide di innamorarsene, seguendola e coltivandola. Di affetto e amore Giffoni Experience, in quasi 50 anni, ne ha ricevuto così tanto da diventare una “bella storia italiana” al servizio del talento, le aspettative e i sogni delle nuove generazioni.

A trasmettere questa mattina - 21 marzo - le opportunità che Giffoni potrà offrire agli studenti nel prossimo triennio 2018-2020 è stato il direttore Claudio Gubitosi. In Sala Truffaut ben 500 allievi della scuola media “Fratelli Linguiti” di Giffoni Valle Piana si sono incontrati e confrontati sulle aspettative che ripongono nel loro territorio.

“Il mio dovere è quello di comunicarvi la nostra storia - ha detto Gubitosi - avete il diritto di conoscere l’evoluzione di questa pianta che affonda le sue radici a Giffoni e cresce con sempre maggiori diramazioni. Questa idea che, in 50 anni, non ha mai smesso di evolversi ha bisogno di amore, affetto, comprensione e i suoi frutti sono esportati in tutto il mondo perché abbiamo saputo coltivare un sogno. L’incontro di oggi è mirato a stimolarvi su cosa potete fare per voi stessi e per questa realtà. Non mi interessa che sappiate chi sono io ma dovete conoscere il lavoro che si fa qui. Non eravate ancora nati - ha continuato - quando abbiamo iniziato a combattere per avere una progettualità così complessa come quella che possiamo offrire oggi, la stessa Multimedia Valley è frutto di anni di lotta in cui non mi sono mai fermato”.

Poi l’invito ai ragazzi: “Giffoni è uno stile di vita, di comportamento. Non ho solo io la responsabilità di questa idea, ce l’hanno i giffonesi, ce l’avete voi. Dovrete studiare, prepararvi a competere perché la Valley ha bisogno della vostra professionalità. Se ce l’ho fatta io a creare tutto questo dal nulla perché non dovreste farcela voi?”

Ad incoraggiare gli studenti anche la dirigente scolastica dell’Istituto “Fratelli Linguiti”, Sofia Palumbo: “Quella di oggi non è una lezione tradizionale - ha spiegato - ma un’occasione estremamente formativa che spero vi abbia ispirato a rincorre i vostri obiettivi. Non lasciatevi condizionare da chi non ha sogni, continuate a combattere per le piccole e grandi speranze che serbate nel futuro”.

Attenti e partecipi gli allievi: “Noi giffonesi spesso trascuriamo il Festival e tutte le attività che qui mettete in campo - ha ammesso Flavio, 11 anni - diamo per scontate troppe cose senza fermarci a pensare a quanto siamo fortunati, a tutte le occasione che potremmo cogliere e invece mettiamo da parte. Dobbiamo imparare a vivere a pieno il nostro territorio ed io da oggi lo farò”.

Leggi anche