Mercoledì, 19 Luglio 2017 14:23

CIAL e Giffoni ancora insieme con "Obiettivo Alluminio - Rinascere all’Infinito"

Giovani e riciclo: un sodalizio che si rinnova anche in questa 47esima edizione del Giffoni Film Festival. Il Consorzio Nazionale per il Recupero e il Riciclo degli Imballaggi in Alluminio è partner ufficiale e main sponsor del Festival da ormai sedici anni per un’amicizia che va a rinvigorirsi anno dopo anno. L’approccio dei ragazzi nei confronti dell’ambiente, la sostenibilità e l’economia circolare che pone “al centro la sostenibilità del sistema, in cui non ci sono prodotti di scarto e in cui le materie vengono costantemente riutilizzate”.

La partecipazione di CIAL al Festival si racconta in diverse iniziative e occasioni, tutte dedicate alla tutela dell’ambiente e in particolar modo al riciclo dell’alluminio: dalla personalizzazione di tutte le borse dei giurati che portano impresso il simbolo del Riciclo dell’Alluminio quasi come promemoria dell’importanza della raccolta differenziata, alla “Ricicletta”, la city bike in alluminio riciclato ottenuta dal riciclo di circa 800 lattine per bevande. E passando per il grande pannello di lattine installato proprio all’ingresso della Cittadella del Cinema che raffigura il logo del Gff.

“Il vostro modo di interagire è bellissimo, con un semplice gesto potete cambiare la vostra vita e quella di chi vi sta accanto”: il messaggio del direttore Gino Schiona, che ha presentato in Sala Truffaut, insieme agli studenti selezionati, il progetto didattico 'Obiettivo Alluminio - Rinascere all’Infinito' -. In collaborazione con il Festival abbiamo avviato a gennaio la decima edizione del concorso che ha coinvolto 27mila studenti e visto realizzare oltre 390 cortometraggi". Entusiasti i protagonisti dell'iniziativa: "è stato bello partecipare a questo contest, ci ha cambiati e sensibilizzati – hanno raccontato gli autori e i protagonisti dei corti sottoposti al giudizio dei giffoners -. Anche qui abbiamo notato delle lattine sparse qua e là e le abbiamo raccolte, state attenti ragazzi perché il mondo è di tutti e va rispettato”. Il riciclo visto attraverso gli occhi dinamici e sensibili dei ragazzi, per dodici corti che hanno entusiasmato i giurati chiamati al voto per eleggere il video vincitore. “Riciclare deve essere importante per tutti – hanno continuato gli studenti -. Il mondo peggiora ma noi possiamo renderlo migliore”. Un’esperienza di vita per i giovani protagonisti di questa iniziativa. “Il messaggio che viene fuori da questi video, ogni anno, porta degli spunti preziosi – ha spiegato Schiona -. La raccolta differenziata va fatta per non impattare sull’ambiente, per difenderlo, per preservare le nostre risorse naturali. Ma soprattutto perché voi siete il futuro, e il vostro futuro dovete difenderlo: per consegnare un mondo migliore dobbiamo partire da voi”.

Leggi anche