Venerdì, 22 Luglio 2016 20:15

Il vicepresidente della Camera, Luigi Di Maio al Dream Team: “Qui un mondo pieno d'energia”

Ha incontrato i giovani talenti under 26 i quali hanno condiviso con lui i propri progetti, sogni ed aspirazioni. Il vicepresidente della Camera dei Deputati, Luigi Di Maio, è arrivato all'Antica Ramiera nel pomeriggio per incontrare il Dream Team di Giffoni Innovation Hub. Lo sviluppo delle proprie idee sfruttando il volano dell'innovazione è stato il tema principale dell'intervento del più giovane vicepresidente della Camera: «Il Dream Team è fantastico - ha esordito Di Maio - un mondo pieno di energie e di idee che vengono messe in circolo, in comune e, soprattutto, in libertà, ingrediente che crea una forte alchimia. Persone che liberamente possono condividere senza sentirsi minimizzati o esclusi. Sono spazi di aggregazione e di intelligenze: cose che mancano. Oggi io vedo sempre più persone che cercano il senso di comunità per aggregare progetti, intelligenze, sviluppo. Giffoni lo fa, è un esempio di quello che si dovrebbe fare a livello statale e nazionale».

Spazio poi all'innovazione e al buon uso delle tecnologie: «Gli applicativi informatici - continua Di Maio - aiutano i cittadini a partecipare alle scelte politiche e ad incidere sulle scelte politiche. E proprio la partecipazione e la condivisione delle idee sono alla base di un progetto culturale di spessore».

Di Maio va oltre, parlando ai ragazzi anche di futuro, non solo da un punto di vista tecnologico o innovativo ma politico ed ideologico: «Se vogliamo trovare una destinazione e un destino migliore per il nostro Paese - avverte il vicepresidente della Camera - basta ascoltare le idee dei giovani che hanno la capacità di andare oltre gli schemi precostituiti come accade in politica».

Ai giovani innovatori poi, Luigi Di Maio, ha lanciato un appello: «Non lasciate l'Italia. Questo è un Paese che dobbiamo digitalizzare e innovare. Se ve ne andate siamo fregati, perchè alla fine mancheranno le intelligenze per innovarlo e digitalizzarlo. C'è tanto da fare nella pubblica amministrazione, nelle università, nella scuola. Tutto sta cambiando e se ne accorgono più i giovani in realtà come Giffoni che i cervelloni nei ministeri. Cambiamo il Paese, prima di cambiare paese».

Di Maio ha poi spostato l'attenzione sul tema del'Hub, l'innovazione e lo sviluppo delle idee: «Il Dream Team è fantastico, un mondo pieno di energie e di idee che vengono messe in circolo, in comune e, soprattutto, in libertà, ingrediente che crea una forte alchimia. Persone che liberamente possono condividere senza sentirsi minimizzati o esclusi. Sono spazi di aggregazione e di intelligenze: cose che mancano. Oggi io vedo sempre più persone che cercano il senso di comunità per aggregare progetti, intelligenze, sviluppo. Giffoni lo fa, è un esempio di quello che si dovrebbe fare a livello statale e nazionale».

Leggi anche