Domenica, 17 Luglio 2016 16:24

Il mondo emozionale di Coppola nelle tele di Azzinari

Agosto 2015. Bernalda, provincia di Matera. Nel Resort Palazzo Margherita il pittore Franco Azzinari (San Demetrio Corone, 3 marzo 1949) dopo aver viaggiato per tutta la sua vita, da una parte all’altra del mondo, incontrando personaggi del calibro di Fidel Castro, il musicista Compay Segundo e Gregorio Fuentes (il marinaio di Ernest Hemingway) si imbatte nel regista Francis Ford Coppola, che nella piccola cittadina lucana ha le sue origini. I due si incontrano e nasce il colpo di fulmine artistico alla base del progetto Il Mondo Emozionale di Francis Ford Coppola, venti ritratti ad olio, che in anteprima è stata allestita al Giffoni Film Festival, all’interno del Convento San Francesco di Giffoni valle Piana fino al 24 luglio.

Conosciuto come il pittore del vento, Azzinari ha realizzato diverse monografie. Da Ernest Hemingway, cui ha dedicato Looking for Hemingway del 2013 contenente le ricerche iconografiche realizzate sin dagli anni 2000 alle monografie ispirata a Gabriel Garcia Marquez (2011) e a Fidel Castro del 2012 in occasione del suo ottantaseiesimo compleanno. Adesso la monografia su Coppola, regista, sceneggiatore e produttore cinematografico di grandissimo talento. In questo nuovo lavoro Azzinari associa i tratti emozionali dell'amico personale a vari sfondi: i campi di grano cullati dal vento lucano, l'immagine del castello di Bernalda molto cara al maestro del cinema, i vicoli e le case di Matera patrimonio dell'Unesco e capitale europea della cultura e di altri piccoli insediamenti urbani tipici del territorio lucano compresi gli interni della sua residenza di Bernalda.

Leggi anche