Venerdì, 26 Luglio 2019 16:36

Il cuore dei limoni: la storia della Citrus raccontata dalla giovanissima ceo Marianna Palella

Imprenditoria giovanile e sostenibilità nel segno dei limoni, core business della Citrus alla Masterclass Eco 2019: Marianna Palella è il più giovane Ceo d’italia, ventisettenne fondatrice e amministratrice dell’azienda di ortorfutta.

“I miei genitori per oltre vent’anni si sono occupati di import ed export di limoni e ortofrutta - ha spiegato - dopo aver capito l’importanza della logistica, si trasferirono in Romagna, a Cesena. Quando l’azienda fallì per la crisi, abbiamo creato Citrus”.

La svolta arriva con la Fondazione Umberto Veronesi, puntando sul cibo con il contributo di un ente scientifico: “Nella buccia di limone c’è un potentissimo antitumorale e su quello abbiamo lavorato. Dopo la crisi la gente voleva qualità ed etica. Con un fatturato di 6 milioni di euro, abbiamo finanziato 25 ricercatori entro impegnati sul campo”.  

L’azienda assume, quindi, anche un valore sociale, restituendo al pubblico quanto ricevuto in termini di sostegno.

“Abbiamo messo in campo l’umiltà per ripartire e, in sei mesi, siamo tornati in attivo. Abbiamo provato a coinvolgere le persone in termini emotivi, con un lavoro visionario”.

Il prodotto, limone verdello non trattato,  viene venduto in confezioni a retina da mezzo chilo, con la mascotte disegnata chiamata ‘limonene’ e una frase positiva inserita nella confezione. Con la formula della cooperativa, l’azienda ha uno spirito di trasparenza e pari opportunità che vuole valorizzare il pensiero positivo e insieme il prodotto, cercando di trasmettere bellezza.

Leggi anche