Mercoledì, 24 Luglio 2019 19:59

Emozioni e sentimenti per i film in concorso il 24 luglio

Una giornata all’insegna delle emozioni per i giurati della 49esima edizione del Festival, tra incontri e proiezioni tutte da vivere. Il mondo visto dagli occhi dei bambini ha qualcosa di meraviglioso e insolito, ed è il loro sorriso ad aver acceso di nuova luce la Sala Lumière. ROCCA CHANGES THE WORLD (Germania, 2019) di Katja Benrath li ha avvolti di fantasia e ottimismo: “Chiunque può cambiare il mondo, guardate Greta Thunberg che lo sta facendo dicendo semplicemente quello che pensa – ha commentato la regista presente in Sala -. È importante parlare di temi come questi e trattarli con leggerezza, dovete recepire e custodire questi messaggi di speranza”. In un incontro di curiosità e nuovi punti di vista anche la protagonista del film Luna Maxeiner, accolta tra entusiasmo e applausi. “Le vostre domande sono davvero brillanti – ha detto ai jurors -. Giffoni è magica perché l’intera città si movimenta per il pubblico ma la cosa che più mi piace siete voi”. 

Emozioni e sentimenti anche per gli Elements +10 che hanno incontrato il regista Steven Wouterlood: “Questo Festival è meraviglioso, arrivo qui dopo la partecipazione ad altri due Festival ma la magia che si respira qui è tutta un’altra cosa – ha raccontato -. Tutti questi bambini che corrono ovunque sono l’immagine più bella. E poi, nel film il tema principale è quello della natura e del silenzio dove i nostri personaggi ritrovano l’aria che abbiamo scoperto essere il tema di questa edizione”. Il suo MY EXTRAORDINARY SUMMER WITH TESS (Paesi Bassi, Germania, 2019) li ha catapultati in un viaggio di sentimenti e rimorsi. E, in Sala Truffaut, anche il racconto di Erik Svensson ha fatto lo stesso, con una storia drammatica e sensibile HARAJUKU riservata ai Generator +16: “Questo film tratta temi importanti e ha molteplici significati – ha spiegato il regista ai giurati -. Rappresenta la gioventù, la crescita, l’amore. Questo Festival per me non è una scoperta, è la seconda volta che vengo travolto dal vostro affetto ma devo dire che è sempre un’emozione pazzesca”.

Per la categoria GEX DOC, invece, il documentario animato che racconta storie di bambini nati in famiglie di destra costretti a odiare tutto ciò che è straniero ha coinvolto i genitori dei giurati. “La vostra reazione mi sconvolge, nel senso positivo del termine – ha spiegato il regista Frank Geiger -. In questi giorni mi sono chiesto spesso quale poteva essere la reazione del pubblico italiano, ed è stato meraviglioso ritrovare tutto questo. Questo Festival è necessario per il fascino e per il messaggio che viene lanciato, non esiste un altro festival come questo nel mondo”  

Leggi anche

Novembre 14, 2019

Giffoners in Spagna per il Festival Internazionale del Cinema di Gijòn

Categoria: News Giffoni Experience
Inizia una bella avventura spagnola per le giffoners Assunta Maglio e Sabrina Serio che partecipano alla 57esima edizione del Festival Internazionale del Cinema di Gijòn, attività che rientra nel fittissimo programma di iniziative internazionali promosse da…