Mercoledì, 24 Luglio 2019 16:00

Acqua Lete e Giffoni Film Festival insieme “per un percorso culturale”

Acqua Lete e il Giffoni Film Festival creano una sinergia unica e speciale, frutto della condivisione di percorsi di lungimiranza, passione e determinazione che contraddistinguono la storia di entrambe le realtà. Acqua Lete, da sempre attenta e sensibile a promuovere e supportare iniziative sociali di grande rilevanza, è Acqua Ufficiale del Giffoni Film Festival, un evento che da quasi cinquant’anni regala uno spettacolo unico al mondo. L’azienda, leader delle effervescenti naturali, ha visitato il Festival e si è immersa nel mondo colorato e gioviale popolato da migliaia di giovani.

"Grande emozione e coinvolgimento. La mission è di accompagnare un evento incredibile e unico al mondo che merita di essere supportato con energia, passione – ha dichiarato Gabriella Cuzzone, direttore marketing Acqua LeteLete si innesta perfettamente in questo percorso di formazione culturale, con un approccio attento a fornire, ai giovani, informazioni fondamentali in tema di salute, benessere e ambiente. A livello europeo abbiamo preso l’impegno di produrre, entro il 2030, il 30% di imballaggi da pet riciclabile, che è materiale da noi utilizzato per produrre le bottiglie. Il nostro obiettivo sarà quello di stimolare processi virtuosi. Speriamo e auspichiamo di proseguire in questa partnership di valore".

Durante la mattinata, in sala Galileo, si è tenuto il workshop “Le Acque Minerali: un mondo da scoprire”, in cui è intervenuto Sandro Del Giudice, responsabile Qualità - Ambiente - Risorse Idriche. "Il mio compito è stato di fornire informazioni utili per capire quanto sia particolare il percorso delle acque minerali. Siamo partiti dalla sua origine, considerando che oggi l’acqua minerale è per tutto noi un bene di consumo quotidiano. Ai ragazzi abbiamo raccontato come si forma e l’importanza da parte dell’operatore nel curarla, in pratica una vera e propria coltivazione di una miniera da conservare anche per le prossime generazioni. La particolarità di Lete è l’effervescenza naturale. Quest’acqua sotterranea si arricchisce di anidride carbonica che ha origine da fenomeni tellurici, questi a loro volta portano alla fusione della crosta terrestre. L’anidride carbonica risale in superficie e incontra falde acquifere. Di qui la dizione di 'acqua effervescente naturale'”.  Durante il workshop è stato distribuito al pubblico, di genitori e figli, un reportage scientifico “Acqua Lete. Studi Clinici” sulle caratteristiche di Lete e la sua influenza benefica per l’organismo, oltre a speciali gadget come i cappellini Lete.

Lete Spa

Il marchio Lete è un marchio storico: la sua prima apparizione sui mercati risale al 1893 quando la Società Lete incomincia ad imbottigliare l’eccezionale acqua minerale della omonima sorgente. Pochi anni dopo ottiene i primi riconoscimenti a livello internazionale, con il Grand Prix di Parigi e l’Honour Prize di Londra del 1906. All’inizio degli anni ’80 Acqua Lete viene acquisita dalla Società Generale delle Acque Minerali, oggi Lete Spa, che, attraverso indovinati investimenti in nuove tecnologie, percorre la strada della modernità anticipando le richieste del complesso mercato del beverage. Lete Spa affianca a quella in vetro la produzione in PET, realizzando un’azienda di imbottigliamento all’avanguardia dal punto di vista tecnologico e organizzativo, e vincendo la grande sfida di lanciare e distribuire le sue acque minerali Lete, Prata e Sorgesana su tutto il territorio nazionale. La Lete SPA conta 11 linee produttive (nove per prodotto in PET, due per prodotto in vetro), prima azienda alimentare italiana ad utilizzare, in accordo con Eon, solo Energia Verde al 100% per l’intero fabbisogno produttivo è socio fondatore di CoriPet - Consorzio autonomo di gestione degli imballaggi in PET per liquidi alimentari riconosciuto dal MATTM.




Leggi anche