Mercoledì, 24 Luglio 2019 09:50

Attesa per L'amica geniale: oggi a Giffoni arrivano Ludovica Nasti e Elisa Del Genio

Con loro il direttore di Rai Fiction Eleonora Andreatta per incontrare i masterclassers

Si consolida sempre di più il legame tra Giffoni Experience e Rai: oggi infatti, arriveranno a Giffoni le due giovanissime attrici de L’AMICA GENIALE – una serie Hbo-Rai Fiction e TimVision, prodotta da Lorenzo Mieli e Mario Gianani per Wildside e da Domenico Procacci per Fandango, in collaborazione con Rai Fiction, TimVision e Hbo Entertainment, in co-produzione con Umedia - tratta dal caso editoriale firmato da Elena Ferrante, per incontrare jurors e giffoners in Sala Truffaut. Con Ludovica Nasti ed Elisa Del Genio torna a Giffoni anche Eleonora Andreatta, Direttore di Rai Fiction, che terrà una Masterclass Connect.

Come funziona la fabbrica di Rai Fiction? Come si realizza una serie televisiva di successo? In che modo viene definita la linea editoriale della fiction del servizio pubblico? Quali sono le strategie attraverso cui si articola l’offerta per soddisfare i gusti di un pubblico sempre più esigente? Attraverso la testimonianza d’eccezione di Eleonora Andreatta, i masterclassers Connect di Giffoni avranno la possibilità di dare uno sguardo dietro le quinte di uno dei settori strategici della più grande industria culturale del Paese, approfondendone i meccanismi e le pratiche che lo regolano. L’incontro a Giffoni sarà anche l’occasione per premiare L’amica geniale con il Giffoni Experience Award.

È emozionante presentare al Festival di Giffoni, ai tanti ragazzi che vi prendono parte, l’avventura editoriale e produttiva di come una storia potente di amicizia femminile e un best-seller mondiale si sono trasformati in una serie di respiro internazionale per la televisione - ha dichiarato Andreatta - L’abbiamo vissuta con entusiasmo perché L’amica geniale ha offerto la possibilità di portare al pubblico più largo una storia che interpreta al più alto livello della qualità autorale la dimensione popolare della trama e dei sentimenti, e fa del legame fra le due protagoniste il perno di un affresco sociale e umano sullo sfondo di Napoli e del dopoguerra”. “È questa prospettiva che - prosegue - insieme con Fandango e Wildside, ha ispirato una sfida ambiziosa che ha convinto anche un player globale come HboO e in cui si è coinvolta la stessa Elena Ferrante collaborando alla scrittura con Francesco Piccolo, Laura Paolucci e Saverio Costanzo, il regista della serie. Le pagine sono diventate un mondo di immagini e l’immagine di un mondo, un ambiente ricostruito in ogni aspetto e una galleria fremente di umanità, nella quale si ritaglia l’intreccio delle vite di Lila e Lenù e delle loro fantastiche interpreti”.

Leggi anche