Lunedì, 22 Luglio 2019 19:02

GnamFest porta a Giffoni Film Festival la dieta mediterranea

Grande festa per l’arrivo di GnamFest per la quarta giornata del Giffoni 2019. Gli oltre seicento giurati della giuria Elements +10 hanno incontrato i due referenti del progetto Antonio Tallarico e Stanislao Scognamiglio che hanno raccontato ai piccoli giffoners l’importanza di mangiare sano. Il progetto, varato dall’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania, in collaborazione con Giffoni Film Festival, intende far riscoprire l’importanza del mondo rurale e invitare ad una corretta alimentazione, attraverso la Dieta Mediterranea riconosciuta ufficialmente Patrimonio dell’Unesco, e il consumo di prodotti tipici e certificati del nostro territorio. GnamFest nel corso degli ultimi 15 anni con il suo programma di educazione alimentare ha coinvolto circa 35.000 ragazzi in età scolare, con una serie coordinata di azioni interattive all’insegna del mangiar sano, dai laboratori ai concorsi, spot, visite guidate, fattorie didattiche e degustazioni.

Il Progetto GnamFest è un segmento di un più ampio programma di educazione alimentare e di orientamento dei consumi che, attraverso una serie di attività rivolte soprattutto ai più giovani, intende far riscoprire l'importanza del mondo rurale e invita ad una corretta alimentazione, attraverso il consumo di prodotti tipici e certificati. Non mancano, inoltre, approfondimenti sull’importanza del Settore della pesca e sulle qualità nutrizionali dei prodotti ittici, con particolare attenzione al pesce azzurro.

Un progetto che serve a stare bene voi ma anche noi adulti – ha sottolineato Antonio Tallarico, di GnamFestperché è vero che siete voi ad insegnare a noi adulti come mangiare. Il progetto intende stimolare voi ragazzi ma anche i vostri genitori ad adottare la dieta mediterranea e consumare prodotti tipici del nostro territorio. Ciascun ragazzo deve arrivare attraverso un percorso di formazione per conoscere tutto ciò che mangia per tutelare la propria salute in età giovanile ma non solo. Proprio i più piccoli sono i protagonisti di questo progetto speciale e sono loro a portare avanti la corretta informazione: si parte dall’alimentazione e si prosegue con una adeguata attività fisica”.

È intervenuto anche il dirigente del servizio territoriale provinciale di Salerno, Giuseppe Gorga che ha sottolineato l’importanza della presenza di GnamFest che si rinnova ogni anno a Giffoni per incontrare i più piccoli: “Una iniziativa ormai collaudata è un investimento per il nostro territorio e per far conoscere e apprezzare ai ragazzi i nostri prodotti della Campania e a questa si accosta la Dieta Mediterranea, dichiarata dall'Unesco patrimonio immateriale dell’Umanità dal 2010. Rappresenta un volano per lo sviluppo del nostro territorio e funge da leva della promozione turistica. In questa importantissima partita l'Agricoltura e il settore della Pesca giocano un ruolo fondamentale per la promozione della salute e per la tutela, la conservazione e la valorizzazione del nostro territorio. Pensate – ha specificato Gorga - che ben il 90% del territorio regionale è rappresentato dalle aree rurali, aree agricole, pascolative, forestali e Parchi, che sono in grado di assicurare sicurezza alimentare, manutenzione e salvaguardia del territorio, cura del paesaggio, nonché difesa della biodiversità, del patrimonio storico, ambientale e culturale. È necessario, quindi, far conoscere ai cittadini, partendo proprio dai più giovani, queste importanti realtà, affinché possa nascere una nuova coscienza fondata sul rispetto del territorio e sull’adozione di stili di vita corretti. Pertanto Giffoni rappresenta la location ideale per le nostre attività”.

Leggi anche