Martedì, 29 Ottobre 2019 11:40

Dodici Giffoners per Destinazione Macedonia del Nord: un’esperienza unica di confronto ed amicizia

E’ quanto restituiscono le emozioni e le sensazioni dei protagonisti italiani del progetto Destinazione Macedonia del Nord, organizzato dall’Ente Autonomo Giffoni Experience in cofinanziamento con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale– Direzione generale per la promozione del sistema Paese e con la collaborazione dell’Associazione Planet M.  Il racconto dei giorni trascorsi a Skopje è denso di stupore, ricco di particolari che rendono unica ai loro occhi l’esperienza vissuta.

L’iniziativa puntava a valorizzare i reciproci patrimoni culturali e ambientali con seminari, workshop, lezioni e laboratori. Obiettivo centrato: nel loro diario di viaggio emerge il piacere dell’incontro e della scoperta.

Dodici i giffoners partiti alla volta di Skopje dal 12 al 17 ottobre. Tra loro Chiara CorbaraArianna NormandoFrancesco VairoFrancesco BonitoIlaria FinelliAndrea MarinoVittorio SolfinoRoberta SparanoMichela CostabileJacopo PastoreFederica Pipino e Giulia Troisi. Con loro il responsabile del progetto, Marco Cesaro.  Ha partecipato ai lavori Piero Rinaldi, Presidente di Giffoni Opportunity. L’Associazione Planet M, invece, diretta da Darko Baseski, ha coordinato gli incontri presso l’Università Saints Cyril and Methodius, l’Accademia delle Arti, la Cineteca Nazionale, l’University of Audiovisual Arts, l’European Film Academy e l’ESRA.

Il potere di Giffoni è nella capacità di attivare immediatamente link ed i giffoners confermano: «Anche se non ci conoscevamo tra di noi – dichiarano i ragazzi - abbiamo instaurato una connessione immediata tra di noi. Tre ragazze del gruppo già erano state in Macedonia e ci hanno raccontati ella loro bellissima esperienza trascorsa l’anno precedente, dunque non vedevamo l’ora di arrivare e di vivere questo viaggio. Appena atterrati abbiamo incontrato le famiglie che ci hanno ospitato per l’intera settimana. La prima sera è stata perciò molto tranquilla. Ci siamo incontrati per conoscerci al parco di Skopje e non vedevamo l’ora di iniziare tutte le attività previste».

Sette giorni di incontri, di novità, di progetti e di idee. Sette giorni di scoperte a contatto con un Paese mai visto prima. Sette giorni di nuove conoscenze, nuove amicizie, nuovi rapporti.

Destinazione Macedonia del Nord, infatti, è un’iniziativa pensata per educare alla multiculturalità attraverso l’integrazione e lo scambio di conoscenze. Non voleva essere solo un viaggio alla scoperta di una nazione che aspetta di entrare in Europa ma un’occasione per conoscersi, dialogare e realizzare insieme un’idea comune. Nel racconto dei giovani protagonisti tutto questo traspare con forza: «Rivivere – spiegano i giffoners – tutto quello che abbiamo vissuto nei giorni a Skopje in occasione della cerimonia di chiusura è stato davvero molto emozionante. Dopo la cerimonia abbiamo trascorso l’ultima sera tutti insieme al parco, come la prima sera. E tra lacrime, abbracci e risate abbiamo ricordato tutti i bei momenti passati insieme, ormai indimenticabili per ognuno di noi. Salutare i nostri compagni di avventura è stato davvero emozionante. Dopo una settimana di convivenza le famiglie che ci hanno ospitato sono diventate come una seconda famiglia per noi, Abbiamo pianto tanto, ma abbiamo concluso la nostra esperienza con un sorriso, con la consapevolezza del fatto di aver vissuto una magica esperienza, unica e formativa, che non dimenticheremo mai. Un enorme grazie a Giffoni per averci permesso di vivere tutto ciò, e auguriamo ai ragazzi che vivranno questa fantastica esperienza gli anni futuri di viverla al meglio, perché ne vale davvero la pena».

Con Destinazione Macedonia del Nord opportunità uniche per i ragazzi, opportunità che aprono la mente, allenano lo spirito al confronto e regalano nuove amicizie.  

Leggi anche