Film Giffoni Edizione 2021

ANY DAY NOW

Category: Generator +13

Il tredicenne Ramin Mehdipour e la sua famiglia di origine iraniana vivono in un centro per rifugiati in Finlandia. Proprio mentre Ramin inizia a godersi le vacanze scolastiche, la famiglia riceve la terribile notizia che la loro domanda di asilo non è stata accolta. I Mehdipours presentano un ultimo appello e continuano con la loro vita, cercando di mantenere un atteggiamento positivo, nonostante l’incombente pericolo di deportazione. Quando Ramin inizia il nuovo anno scolastico, ogni momento ed ogni amicizia saranno più preziosi che mai.

Titolo Originale Ensilumi
Categoria In concorso
Sezione Generator +13
Tipologia Lungometraggio
Anno di Produzione 2020
Durata 82'
Nazionalità Finlandia
Regia di Hamy Ramezan
Sceneggiatura Hamy Ramezan, Antti Rautava
Fotografia Arsen Sarkisiants
Montaggio Joona Louhivuori
Scenografia Kari Kankaanpää
Costumi Kirsi Gum
Suono Svante Colerus
Musiche Tuomas Nikkinen, Linda Arnkil
Interpreti principali Aran-Sina Keshvari
Shahab Hosseini
Shabnam Ghorbani
Kimiya Eskandari
Prodotto da Jussi Rantamäki, Emilia Haukka
Produzione Aamu Film Company (Finlandia)

ANY DAY NOW Director Hamy Ramezan FotoMeeri KoutaniemiHamy Ramezan

Hamy Ramezan è un regista e sceneggiatore finlandese-iraniano. Dopo essere fuggito dalla persecuzione in Iran ed essere sopravvissuto ai campi profughi jugoslavi, Ramezan e la sua famiglia sono riusciti ad arrivare ​​in Finlandia nel 1990. Si è diplomato alla scuola di cinema della UCA (University for the Creative Arts) Farnham nel 2007 e da allora ha realizzato diversi cortometraggi. Il suo cortometraggio LISTEN (2015) è stato presentato in anteprima alla Quinzaine des Réalisateurs di Cannes 2015, è stato proiettato in oltre 200 festival ed è stato nominato per il miglior cortometraggio agli European Film Awards. ANY DAY NOW è il suo primo lungometraggio.

Dichiarazione regista
“Ho provato a raccontare la mia verità, quello che è successo alla mia famiglia, ma ho imparato che il cinema non funziona così. Il cinema esige verità, ma la verità cinematografica non ha nulla a che fare con la realtà. Non puoi mettere scena dopo scena la tua "verità" personale e presumere che tu stia raccontando una storia onesta. Il cinema è un mondo a sé, è un mondo con le sue regole. Il film ha un approccio equilibrato con i fatti ed è emotivamente, cinematograficamente, vicino alla verità.[...] ANY DAY NOW è stato un progetto lungo e impegnativo. Ho perso molto e ho ottenuto molto. Il film doveva essere un ritratto intimo del nostro viaggio perché mi mancavano quei giorni. La mia vita non è stata mai più così entusiasmante dopo quell'esperienza e non ho mai più sentito lo stesso senso di appartenenza alla famiglia e alle altre persone bisognose, con la stessa intensità. Durante il processo di scrittura, ho scritto molte versioni drammatiche della vita dei rifugiati, talmente disperate che l'unica cosa che volevo alla fine era smettere di fare cinema. Sono andato nell'isola greca di Lesbo, sono andato in mezzo al mare e ho assistito a tragedie devastanti, ho camminato con i richiedenti asilo dalla Grecia fino alla Finlandia. Ho rivissuto il mio viaggio d'infanzia, anche se molto diverso e con lo sguardo di un adulto che vede se stesso in ogni bambino. Ricordo quei giorni terribili come ieri; non volevo scrivere cose così orribili, ma quando ho iniziato, tutto è cambiato, io sono cambiato. Improvvisamente, mi sono ritrovato in un luogo in cui il mio stesso trauma cercava la sua verità. Durante alcuni momenti difficili della mia vita, ho imparato che il mondo è un posto molto più luminoso ed eccitante quando smetti di giudicarti. Sono diventato un uomo migliore. Amo i bei film di tutto il mondo, ma spero che sia la mia vita e ciò che diventerò come individuo ad influenzare i miei film, e non solo altri film. Ho imparato molto dai maestri iraniani e anche dai miei colleghi finlandesi. La mia università in Inghilterra, la Farnham UCA, è stata la mia scuola di formazione. La mia famiglia cinematografica. L’UCA mi ha dato una base solida per diventare un buon regista. Ora il mio produttore Jussi è diventato il mio mentore, mi guida e mi aiuta ad adattarmi a un percorso innovativo e creativo. Ho definito me stesso nel mio cuore e nella mia mente; vengo influenzato dalla mia famiglia e dai miei amici. Amo la creatività e il mio lavoro ne è il riflesso. Mi chiamo Hamy Ramezan e sono un regista.”

Produzione
Aamu Film Company (Finlandia)
www.aamufilmcompany.fi 

Distribuzione internazionale
festival contact
New Europe Film Sales (Polonia)
www.neweuropefilmsales.com