Film Giffoni 2022

HOW I LEARNED TO FLY

Category: Elements +10

L'avventurosa e divertente Sofija (12) è costretta a trascorrere le vacanze con la prepotente nonna Maria (67), su un'isola della Croazia. Non è l’estate che aveva sognato, ma con l'aiuto della sua affettuosa prozia Luce (65) e del suo affascinante cugino, Sofija supera la noia iniziale. Fa nuove amicizie e insieme ai suoi amici esplora tutto ciò che l'estate sull'isola ha da offrire: sole scintillante, divertimento in acqua, tanto gelato e il suo primo bacio. Ma i giorni spensierati finiscono bruscamente quando l'amata Luce deve essere portata in ospedale, lasciando Sofija con una parte della famiglia di cui non conosceva nemmeno l'esistenza. Tuttavia, affrontando la tragedia, la famiglia supererà finalmente vecchi traumi e Sofia tornerà a casa con una nuova consapevolezza: rivelare dolorosi segreti è impegnativo ma estremamente liberatorio.

Titolo Originale Leto Kada Sam Naučila Da Letim
Categoria In concorso
Sezione Elements +10
Tipologia Lungometraggio
Anno di Produzione 2022
Durata 85'
Nazionalità Bulgaria, Croazia, Serbia, Slovacchia
Regia di Radivoje Andrić
Sceneggiatura Ljubica Luković
Tratto dal racconto di Jasminka Petrović
Fotografia Dušan Joksimović
Montaggio Dejan Urošević
Scenografia Tajana Čanić Stanković
Costumi Momirka Bailović
Suono Vladan Korać
Trucco Petya Simeonova, Atanas Temnilov
Musiche Vasil Hadžimanov
Interpreti principali Klara Hrvanović, Olga Odanović, Snježana Sinovčić, Žarko Laušević
Prodotto da Maja Popović Milojević, Milan Stojanović
Produzione Sense Production (Serbia)
orario ingresso 28 LUG - Sala Alberto Sordi ore 10:00
28 LUG - Sala Alberto Sordi ore 14:30

Radivoje AndricRadivoje Andrić

Nato nel 1967, Radivoje Andric è un regista cinematografico e televisivo. I suoi film hanno guadagnato grande popolarità presso il pubblico della regione e sono stati acclamati dalla critica e proiettati in numerosi festival internazionali. Il suo primo lungometraggio THREE PALMS FOR TWO PUNKS AND A BABE (1998) ha avuto un pubblico regionale di 280.000 spettatori e il film è stato proiettato a livello internazionale a Sofia, Mosca, Praga, Londra. Il suo secondo lungometraggio, DUDES! (2002), è un film per ragazzi a basso budget che ha superato tutte le aspettative. Visto nella regione da oltre 570.000 spettatori, è stato presentato in concorso a festival internazionali come Raindance, Sofia International Film Festival, Varsavia International Film Festival e Motovun International Film Festival dove ha vinto il Premio del Pubblico e il Premio della Critica. Anche il suo terzo lungometraggio WHEN I GROW UP I’LL BE A KANGAROO è stato un successo al botteghino ed è stato premiato al Sofia International Film Festival e al Motovun International Film Festival. Radivoje è anche l'acclamato regista di 40 episodi della serie MILE AGAINST TRANSITION (2003-2007) e del remake della popolare serie televisiva serba OPEN DOOR (2013), nonché l'autore del libro per bambini How to make a film, che educa i bambini al complesso processo del cinema, pubblicato anche in Indonesia, Cina e Polonia.

Dichiarazione del regista

“HOW I LEARNED TO FLY è la toccante storia dell'estate cruciale che cambierà la vita della dodicenne Sofia, sull'orlo dell'adolescenza e alla sua prima esperienza con la costa dalmata e la Croazia in generale. Sofia, come ogni altra ragazza della sua età, non desidera altro che entrare nel mondo dell'età adulta, sicura che tutte le sue amiche abbiano già sperimentato i primi baci e che lei sia l'unica rimasta indietro. Ovviamente questo devasta Sofia che è sicura che il suo seno non crescerà mai e che non avrà mai un fidanzato…
Allo stesso tempo, il film racconta delle relazioni profondamente complicate ed emotive all'interno della famiglia di sua nonna Maria. La donna sposò e si trasferì a Belgrado, in Serbia, mentre suo fratello e sua sorella rimasero in Croazia, sull'isola di Hvar. La famiglia ha attraversato la guerra civile negli anni '90, ritrovandosi su due fronti opposti. Maria sta ora tornando sull'isola dopo 25 anni di assenza per visitare sua sorella, ma non suo fratello che ha rifiutato di avere qualsiasi contatto con lei dopo che suo figlio è morto in guerra.
Per Sofia, all'inizio, Hvar non è altro che una destinazione lontana verso cui è costretta a dirigersi. Sofia preferirebbe trascorrere l'estate a Belgrado con le sue amiche. Per Maria, Hvar rappresenta il suo passato, il nucleo del suo essere, la sua giovinezza e i ricordi felici dell'infanzia, ma anche il dolore e la sofferenza della guerra. Sofia scopre parenti che non sapeva esistessero, la loro lingua e cultura, così come il mondo di sua nonna, a lei sconosciuto e pieno di ricordi passati. Allo stesso tempo inizia a creare il suo nuovo mondo, alleggerita dal passato, pronta per un nuovo amore e nuovi inizi. Le generazioni si uniscono, le storie passate prendono nuove risoluzioni e con Sofia nel ruolo principale, le nuove storie iniziano dove quelle vecchie si erano interrotte.
Nei miei ultimi tre film ho affrontato il tema degli adulti che rifiutano di crescere (poiché probabilmente è anche il mio modo di essere). Ora sto facendo l'esatto contrario e ho girato un film su una ragazza che vuole crescere il più in fretta possibile (forse è arrivato anche il momento per me dal momento che ho 50 anni). Ho avuto esperienze simili a quelle della mia protagonista. Come Sofia, ho dato il mio primo bacio in un cinema all'aperto sull'isola di Brac in Croazia, sono saltato dalla mia prima scogliera nel mare turchese, ho trascorso le mie estati sulla costa croata... e ancora lo faccio.”

Produzione
Sense Production (Serbia)
www.senseproduction.rs

Distribuzione internazionale
F
estival contact
Pluto Film Distribution (Germania)

www.plutofilm.de