Concorso Ufficiale Giffoni 2019

IN THE NAME OF YOUR DAUGHTER

Category: GEx Doc

Sinossi
IN THE NAME OF YOUR DAUGHTER è la storia di alcune delle ragazze più coraggiose del mondo, come la dodicenne Rosie Makore che è scappata dalla sua casa nel nord della Tanzania per salvarsi dall'infibulazione e dal matrimonio che i genitori hanno pianificato per lei. Terrorizzate dalle storie di ragazze morte dissanguate nella cosiddetta “stagione del taglio” durante le vacanze scolastiche di dicembre, queste giovani africane, alcune perfino di 8 anni, devono affrontare la scelta più difficile: sottomettersi al taglio o rischiare la vita e fuggire, senza sapere se rivedranno mai le loro famiglie. Rhobi Samwelly, una delle donne più carismatiche d’Africa, protegge le ragazze, siano esse cristiane, pagane, o musulmane, in una casa rifugio e gira per le campagne per combattere contro questa tradizione millenaria.

Titolo Originale IN THE NAME OF YOUR DAUGHTER
Categoria In concorso
Sezione GEx Doc
Tipologia Documentario, Lungometraggio
Anno di Produzione 2018
Durata 85'
Nazionalità Regno Unito
Regia di Giselle Portenier
Fotografia Samson Kapinga
Montaggio Cathy Gulkin
Suono Laurent Kiria
Musiche Andrea Wettstein
Interpreti principali Rhobi Samwelly
Flora
Sijali Nyambuche
Prodotto da Giselle Portenier

 regista Giselle PortenierGISELLE PORTENIER
Giselle è una giornalista e documentarista canadese impegnata nella difesa dei diritti umani, in particolare di quelli di donne e bambini. I suoi film, proiettati in tutto il mondo, hanno ricevuto prestigiosi encomi, tra cui due Peabody Awards. Ma soprattutto hanno aiutato gli attivisti locali a cambiare le menti, i cuori e le leggi. Il delitto d'onore in Pakistan, la schiavitù minorile in Africa, l'infanticidio femminile in India e la schiavitù sessuale in Tailandia sono alcuni degli argomenti che ha affrontato lavorando a Londra per la BBC. "In the Name of Your Daughter" è il suo secondo documentario, col quale si augura di scuotere le coscienze con le storie delle ragazze più coraggiose del mondo.

Dichiarazioni del regista
"Volevo realizzare un film che evidenziasse la dannosa tradizione delle mutilazioni genitali femminili (MGF) da decenni. Le MGF rappresentano la più eclatante e sistematica violazione dei diritti umani perpetrata oggi nei confronti delle ragazze e delle donne di tutto il mondo - 200 milioni di donne hanno subito la mutilazione e oltre 3 milioni di ragazze sono ancora a rischio ogni anno. Eppure molte persone non conoscono il problema, e di quelli che lo conoscono, molti non sono pronti a parlarne. È un argomento difficile. Troppo spesso si ha l’idea che la cultura sia più importante dei diritti umani; e c'è il timore che parlando contro le mutilazioni genitali femminili, si rischi di essere accusati di pregiudizi e razzismo. Ma preoccupandoci della sensibilità culturale degli adulti, stiamo sacrificando i diritti umani fondamentali dei bambini. Questo è il motivo per cui ho creato IN THE NAME OF YOUR DAUGHTER. Volevo amplificare le voci dei bambini stessi, delle ragazze che si battono per salvarsi dalle MGF. Perché questo è il punto: una volta che le ragazze vengono istruite sui potenziali effetti delle MGF – morte, aumento della mortalità materna, dolore durante la minzione e le mestruazioni, fistole, perdita del piacere sessuale e così via – non vogliono più accettarle".

 

produzione
Defying Destiny Films
(Regno Unito)

distribuzione internazionale
festival contact
DR TV
(Danimarca)
www.dr.dk

Filtri di Ricerca