CAROLINA CRESCENTINI

23 LUGLIO

Biografia

Photo Credit: Alessandro Pensini

Diplomata al Centro Sperimentale di Cinematografia, Carolina Crescentini debutta come protagonista al cinema nel 2006 con il film Notte prima degli esami – Oggi di Fausto Brizzi e, nello stesso anno, diventa nota anche al pubblico televisivo grazie a Boris sit-com cult diretta da Luca Vendruscolo e trasmessa da SKY sul canale Fox.

All'inizio del 2007 gira il film I demoni di San Pietroburgo, regia di Giuliano Montaldo; successivamente è sul set di Cemento Armato, regia di Fausto Brizzi e Marco Martani, e Parlami d'amore. Nel 2008, oltre a girare la seconda serie della sit-com Boris, è protagonista di due film per il cinema: Due Partite, per la regia di Enzo Monteleone, e Generazione Mille Euro per la regia di Massimo Venier. Il 2009 la vede protagonista di diverse pellicole cinematografiche: gira Henry di Alessandro Piva, Oggi Sposi di Luca Lucini, 20 sigarette per la regia di Aureliano Amadei, film impegnato sull’attentato a Nassirya e Mine Vaganti di Ferzan Ozpetek.

Il 2010 è un anno ricco di impegni per l’attrice che si divide tra cinema e televisione. Al cinema la vediamo impegnata con Ti amo troppo per dirtelo film diretto da Marco Ponti e in Boris di Vendruscolo, Ciarrapico e Torre nel ruolo di Corinna. In televisione gira la terza Serie di Boris e Un Cane per Due di Giulio Base, mentre diretta da Marco Pontecorvo la vediamo nel ruolo di Claudia in Ragazze in web. Nel 2011 gira Breve Storia di lunghi tradimenti, diretto da Davide Marengo e L’Industriale, di Giuliano Montaldo; nello stesso anno vince il Nastro d'Argento come “Miglior attrice non protagonista” per Boris-il film e per 20 sigarette, e il Ciak d'Oro sempre per Boris-il film.

Nel 2012 è al cinema con Niente può fermarci per la regia di Luigi Cecinelli e in Una Famiglia Perfetta, diretto da Paolo Genovese, nel ruolo di Sole, mentre l’anno successivo riceve il Premio Magna Grecia Awards Rodolfo Valentino e la vediamo sul grande schermo in Allacciate le cinture per la regia Ferzan Ozpetek.

Il 2014 la vede impegnata su diversi set televisivi: Max & Helene di Giacomo Battiato, Due di noi di Ivan Cotroneo; set cinematografici: Fratelli unici di Alessio Maria Federici, Maraviglioso Boccaccio dei Fratelli Taviani, Tempo Instabile con probabili schiarite di Marco Pontecorvo, Accabadora di Enrico Pau. Nel 2015 partecipa al docufilm di Alberto Caviglia Pecore in erba e interpreta se stessa sul set internazionale di Zoolander 2 per la regia di Ben Stiller, per poi continuare accanto a Laura Morante in Assolo. Nel 2016 torna sul piccolo schermo accanto ad Alessandro Gassman per la serie I Bastardi di Pizzofalcone diretta da Carlo Carlei . Chiude l’anno sui set cinematografici di Max Croci La verità vi spiego sull’amore e di Massimiliano Bruno Beata Ignoranza. Ad inizio 2017 ha interpretato il ruolo di Lady Hester nel film internazionale Il sogno del califfo per la regia di Souheil Benbarka girato in Marocco.

Tra i vari progetti di Carolina ricordiamo anche il doppiaggio del film d’animazione Astro Boy e la rubrica tenuta su Rolling Stone intitolata Quando fuori piove.

Nel 2018 l'abbiamo vista al cinema nel film A casa tutti bene di Gabriele Muccino, che vince nel 2019 il David dello spettatore, premio speciale dei David di Donatello. Sempre nel 2018 l'abbiamo vista in Sconnessi, commedia diretta da C. Marazziti e nel docu-film Illuminate - Krizia di Gianfranco Giagni.

Ha partecipato alla 75° Mostra Internazionale del Cinema di Venezia in veste di giurata per il Premio Venezia Opera Prima Luigi De Laurentiis.

Nel 2019 l'abbiamo vista nel film tv Rai Non ho niente da perdere di Fabrizio Costa, insieme a Edoardo Pesce e su Rai 2 nella seconda stagione de I Bastardi di Pizzofalcone.

Nell'estate 2020 è su Sky, protagonista del film horror Letto N. 6 opera prima di Milena Cocozza. A ottobre dello stesso anno la vediamo in tv nelle vesti di Paola Vinci, direttrice dell'IPM di Napoli, nella serie per Rai 2 Mare fuori, per la regia di Carmine Elia Cocozza e subito dopo inizia le riprese de La Bambina che non voleva cantare film per Rai1 sulla vita della cantante Nada, diretta da Costanza Quatriglio.

Nell’attesa di vederla al cinema nel film di Paolo Costella Per tutta la vita, e nel sequel di Massimiliano Bruno Finchè c’è crimine, c’è speranza, adesso sta terminando le riprese della seconda serie di Mare Fuori.