ALL THE TIME IN THE WORLD

Category: Edizione 2015

Sinossi
Alla ricerca di una nuova prospettiva, una famiglia composta da cinque persone abbandona gli agi e le comodità di casa, per andare a vivere nelle remote lande dello Yukon, nel lungo inverno nordico, tra le sorprese delle avversità imposte dalla natura. I genitori lasciano il lavoro e portano con sé i loro tre figli, di 10, 8 e 4 anni, per trascorrere nove mesi in una piccola capanna lontana dalle strade, senza elettricità, né acqua corrente, né Internet, né televisione, né telefono, e, soprattutto, senza orologi. Girato in più di nove mesi, fuori da ogni schema, senza troupe, con lo sguardo dell’infanzia, ALL THE TIME IN THE WORLD esplora il tema del bisogno di staccarci dalla nostra vita frenetica e sovraccarica di tecnologia, per ricreare il contatto con l’altro, con noi stessi e con il nostro ambiente naturale, il contatto dei genitori con i figli, dei bambini con la natura.

Titolo Originale ALL THE TIME IN THE WORLD
Categoria In concorso
Sezione GEx Doc
Tipologia Documentario, Lungometraggio
Durata 89'
Nazionalità Canada
Regia di Suzanne Crocker
Sceneggiatura Suzanne Crocker
Fotografia Suzanne Crocker
Montaggio Michael Parfit
Musiche Alex Houghton, Anne Louise Genest
Interpreti principali Suzanne Crocker
Gerard Parsons
Sam
Kate
Tess
Prodotto da Suzanne Crocker

All The Time In The World Suzanne Crocker OK

Suzanne Crocker
Suzanne Crocker, canadese, originaria dello Yukon, nel 2009 è passata dal lavoro di medico di famiglia nelle zone di campagna alla carriera di regista. Nel 2010 ha diretto il cortometraggio d’animazione TIME LINES. ALL THE TIME IN THE WORLD è il suo primo lungometraggio documentario.

Dichiarazioni della regista
“ALL THE TIME IN THE WORLD è un documentario molto personale che segue il viaggio compiuto dalla mia famiglia quando abbiamo cercato una nuova prospettiva, riducendo i bisogni fondamentali di calore, di riparo, di cibo e di acqua, passando nove mesi a vivere un’esistenza dettata dalle stagioni piuttosto che dall’orologio.

“Le intuizioni dei miei tre figli, di 10, 8 e 4 anni, offrono una voce potente per tutta la durata del film.

“Non c’era una troupe esterna. L’intero documentario è stato girato con una sola telecamera. (Mia figlia, di 8 anni, è stata assistente operatrice). La mia famiglia ha imparato in fretta a ignorare la telecamera, consentendo così di presentarvi uno sguardo intimo nel naturale svolgersi della nostra vita nei boschi.

“Abbiamo passato questi nove mesi a riprendere, e a vivere solo di risorse naturali, senza elettricità, senza acqua corrente, senza Internet. Tutto questo ha posto delle sfide speciali, per la ricarica delle batterie, per le riprese nelle condizioni di scarsa illuminazione di un inverno nel Canada del Nord, e per le riprese in condizioni di freddo estremo (nel giorno più freddo, la temperatura è arrivata a -51 gradi).

“Una delle sfide più grandi, tuttavia, è stata la corda sottile sulla quale ho camminato come regista e come direttrice della fotografia della mia storia, soprattutto perché la motivazione di questa avventura stava nell’imparare come cogliere l’attimo presente, riavvicinarci in quanto famiglia l’uno all’altro, e ricreare il contatto con il nostro ambiente naturale. Era importante rimanere fedeli a questo obiettivo, e non limitarci semplicemente a sostituire le distrazioni da cui con grandi sforzi ci eravamo districati, con la distrazione di realizzare un documentario.

“Questo non è un documentario di sopravvivenza in ambienti selvaggi, né è un documentario sul vivere fuori dal mondo. ALL THE TIME IN THE WORLD è un film sulle possibilità che si aprono nelle trame delle nostre esistenze, nel corso delle quali, anche se sappiamo di non avere tutto il tempo del mondo, facciamo delle scelte su come pensare al tempo che abbiamo e su come scegliere di trascorrerlo”.

produzione
Drift Productions Inc.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

distribuzione internazionale
Films Transit International Inc.
www.filmstransit.com

festival contact
Suzanne Crocker
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.