Archivio Film 2019

GRAVITY

Category: Edizione 2019

Sinossi
In missione a bordo dell'Explorer, l'astronauta Matt Kowalski e la dottoressa Ryan Stone, esperta di ingegneria medica, cercano di sopravvivere alla distruzione della navicella sulla quale si trovavano.

Titolo Originale GRAVITY
Titolo Italiano GRAVITY
Categoria Fuori concorso
Sezione Maratona "Allunaggio"
Tipologia Lungometraggio
Anno di Produzione 2013
Durata 91'
Nazionalità Regno Unito, USA
Regia di Alfonso Cuarón
Sceneggiatura Alfonso Cuarón, Jonás Cuarón
Fotografia Emmanuel Lubezki
Montaggio Alfonso Cuarón, Mark Sanger
Effetti Speciali Tim Webber, Chris Lawrence, David Shirk, Neil Corbould, Nikki Penny
Scenografia Andy Nicholson
Costumi Jany Temime
Trucco Ann Fenton
Musiche Steven Price
Interpreti principali Sandra Bullock
George Clooney
Prodotto da Alfonso Cuarón, David Heyman

 regista Alfonso CuarónALFONSO CUARÓN
Alfonso Cuarón Orozco, noto come Alfonso Cuarón, è un regista, sceneggiatore, produttore cinematografico e montatore cinematografico messicano. Dal 2014, Cuarón vive in Italia, a Pietrasanta (LU). All’università di Città del Messico, dove studia filosofia e cinema, Cuarón incontra Carlos Marcovich ed Emmanuel Lubezki, futuro direttore della fotografia di Alejandro González Iñárritu. Insieme a Iñárritu e a Guillermo del Toro, Cuarón compone un terzetto di registi messicani conosciuti come ‘I tre amigos del cinema’. Con Iñárritu, Cuarón ha anche fondato la casa di produzione Cha Cha Cha Films.Lasciata l’università, Cuarón inizia a lavorare in tv, come tecnico e regista. Il suo primo lungometraggio, scritto con il fratello Carlos, è "Uno per tutte" (1991), che si rivela un grande successo di critica e pubblico, attirando l’attenzione del regista Sydney Pollack, che chiama Cuarón a dirigere un episodio della serie tv "Fallen Angels". Nel 1995, Cuarón esordisce negli Stati Uniti anche al cinema con il film per famiglie "La piccola principessa", ispirato all’omonimo romanzo di Frances Hodgson Burnett. Con il film drammatico "Y tu mama tambien" (2001), Cuarón riceve una nomination agli Oscar 2003 per la miglior sceneggiatura. Nel 2004, gli viene affidata la regia del terzo capitolo della saga di Harry Potter, "Il prigioniero di Azkaban". Nel 2006, Cuarón realizza il film distopico "I figli degli uomini", candidato agli Oscar 2007 per la miglior sceneggiatura non originale e per il montaggio. Dopo un periodo di pausa, durante il quale gira un paio di brevi documentari, Cuarón realizza il film di fantascienza "Gravity" (2013), con Sandra Bullock e George Clooney. Il film vince il premio Future Film Festival Digital a Venezia, il Golden Globe per la miglior regia e viene candidato a 10 Oscar 2014 e ne vince 7, fra cui quello per la miglior fotografia, firmata dal vecchio amico Lubezki. Nel 2015, è presidente di giuria alla Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia. Qui, nel 2018, con "Roma", film prodotto da Netflix, vince il Leone d’Oro.

 

produzione
Warner Bros.
-----
Heyday Films
-----
Esperanto Filmoj