logo 2012

GIFFONI EXPERIENCE 2012 - 14.24 luglio

ELEMENTS +3
     

Grifone Award - Miglior Cortometraggio
 
SPYCAT AND THE PAPER CHASE di Darren Lim (Singapore)
     

Premio Speciale GIOTTO SUPER BE-BÈ AWARD




 
THE BOY AND THE MOON di Rino Alaimo (Italia)
Motivazione: Per l’originalità del trattamento e delle tecnica utilizzata, capaci di esprimere al meglio la creatività italiana. Per la capacità di accompagnare lo spettatore in un viaggio appassionante che sembra condurre verso la felicità, fil rouge di questa edizione del Giffoni Film Festival.

     
ELEMENTS +6
     

Grifone Award - Miglior Lungometraggio
 
I FANTASTICI 5 di Mike Marzuk (Germania)
     

Grifone Award - Miglior Cortometraggio
 
MINA MOES di Mirjam de With (Paesi Bassi)
     
     
Il direttore artistico, sulla base dei risultati espressi dalle giurie, ha assegnato riconoscimenti ai seguenti film:    
     

Lungometraggio 2° Classificato


 
ALFIE, THE LITTLE WEREWOLF di Joram Lürsen (Paesi Bassi), al quale va il Premio della Camera di Commercio di Salerno
     
ELEMENTS +10
     

Grifone Award - Miglior Lungometraggio
 
VICTOR AND THE SECRET OF CROCODILE MANSION di Philipp Stennert, Cyrill Boss (Germania)
     

Grifone Award - Miglior Cortometraggio
 
KIDNAPPED di Sarah Winkenstette (Germania)
     

Premio Speciale AMNESTY INTERNATIONAL AWARD









 
STAY! di Lourens Blok (Paesi Bassi)
Motivazione: Per il significato dell'amicizia, per l'impareggiabile ruolo che essa ha nella difesa dei diritti umani fondamentali, per l'integrazione che promuove tra culture diverse, di gran lunga più profonda di quella data dalla semplice tolleranza. Lieke, una dei due protagonisti della storia, con la sua caparbietà ci ricorda che non bisogna arrendersi di fronte ai mille ostacoli che si devono affrontare per proteggere i diritti di un amico, perfino quando gli adulti si sono già rassegnati da tempo. La forza dirompente dell'amicizia tra lei e Milad va oltre le manifestazioni ‘formali’ di solidarietà e di affetto, alla ricerca di soluzioni concrete anche di fronte a problemi apparentemente più grandi dei due ragazzi. In maniera commovente, questa storia ricorda che ‘l'amicizia non ha limiti’ e che se le persone le dessero più valore il mondo cambierebbe: sarebbe migliore.

     
     
Il direttore artistico, sulla base dei risultati espressi dalle giurie, ha assegnato riconoscimenti ai seguenti film:    
     

Lungometraggio 2° Classificato


 
IL SOLE DENTRO di Paolo Bianchini (Italia), al quale va il Premio della Fondazione di Cassa di Risparmio Salernitana
     
GENERATOR +13
     

Grifone Award - Miglior Lungometraggio
 
FRISSON DES COLLINES di Richard Roy (Canada)
     

Grifone Award - Miglior Cortometraggio
 
NANI di Justin Tipping (USA)
     

Premio Speciale "LA BOTTEGA DIGITALE" AWARD






 
THE FOSTER BOY di Markus Imboden (Svizzera/Germania)
Motivazione: Perché affronta tematiche troppo spesso ignorate come lo sfruttamento minorile, le violenze gratuite, l’affermazione personale a tutti i costi; critica ipocrisie e ingiustizie, giovinezze rubate, rappresentando le difficoltà dei ragazzi, ma anche descrivendo il sogno di chi vuole trovare la sua felicità nella musica. Intendiamo premiarlo anche per l’impatto emotivo che ha provocato in tutti noi, grazie alle immagini forti avvolte in un’atmosfera fredda e distaccata.

     

Premio Speciale ARCA CINEMAGIOVANI AWARD






 
LUCKY di Avie Luthra (Sudafrica/Regno Unito)
Motivazione: Per averci raccontato come grazie alla conoscenza e alla comprensione dell’altro si possa arrivare a parlare una lingua comune, quella della solidarietà e dell’amore, capace di trasformare anche il razzismo non solo in accettazione e tolleranza ma in un vero e proprio affetto. Per aver costruito una storia in cui si alternano silenzi e parole, simboli e piccoli gesti, fughe e ritorni e in cui il protagonista nonostante la sfortuna non smette mai di desiderare un futuro migliore e di ricercare la propria felicità.

     

Premio Speciale PREMIO CGS (Cinecircoli Giovanili Socioculturali) "Percorsi Creativi 2012"





 
MILO di Berend & Roel Boorsma (Paesi Bassi/Irlanda)
Motivazione: Perché, attraverso una storia originale e ben scritta, affronta le tematiche dell’apparenza e dell’accettazione di sé, assai vicine alla sensibilità degli adolescenti contemporanei, senza scadere in luoghi comuni o in prevedibili soluzioni narrative e perché si collega in modo intrigante al filo conduttore del Festival. La qualità della regia e delle interpretazioni degli attori rende l’opera stimolante e capace di suscitare curiosità e riflessioni attraverso l’uso di modalità espressive comprensibili ed apprezzabili anche da un pubblico di giovanissimi.

     
     
Il direttore artistico, sulla base dei risultati espressi dalle giurie, ha assegnato riconoscimenti ai seguenti film:    
     

Lungometraggio 2° Classificato

 
NOW IS GOOD di Ol Parker (Regno Unito), al quale va il Premio del Presidente del Senato
     

Cortometraggio 2° Classificato

 
TIGER BOY di Gabriele Mainetti (Italia), al quale va il Premio del Comune di Giffoni Valle Piana

     
GENERATOR +16
     

Grifone Award - Miglior Lungometraggio
 
A BOTTLE IN THE GAZA SEA di Thierry Binisti (Francia/Israele/Canada)
     

Grifone Award - Miglior Cortometraggio
 
PUNCHED di Michael Rittmannsberger (Austria)
     

Premio Speciale ARCA CINEMAGIOVANI AWARD






 
A BOTTLE IN THE GAZA SEA di Thierry Binisti (Francia/Israele/Canada)
Motivazione: Per aver raccontato attraverso la storia di due ragazzi un contesto socio-culturale afflitto dagli orrori di una guerra che sembra non avere fine, e che spesso viene dimenticata. Per la grande tecnica cinematografica, la fotografia e una sceneggiatura sincera e mai scontata. Per aver realizzato un lungometraggio necessario in grado di coinvolgere e sensibilizzare su tematiche universali come la pace e l’importanza del dialogo tra realtà e culture diverse, senza mai essere retorico. Con la speranza di vederlo nelle sale di tutto il mondo.

     

Grifone di Alluminio - Premio Speciale PREMIO CIAL PER L'AMBIENTE (Consorzio Imballaggi Alluminio)








 
170 HZ di Joost van Ginkel (Paesi Bassi)
Motivazione: Il film "170 HZ" racconta la storia di un amore fortissimo ed incondizionato fra due adolescenti sordomuti, fatto di silenzi e gesti che rendono i due ragazzi protagonisti di un mondo esclusivo ed isolato. Per contrastare i giudizi dei loro genitori, decisi a separarli negando loro la possibilità di vivere questo amore di per sé già complicato e 'diverso', i due ragazzi decidono di scappare e rifugiarsi in un sottomarino abbandonato, chiuso agli occhi del mondo esterno. Questa grande scatola di metallo sarà per loro il nido dove essere se stessi e conoscersi profondamente, anche attraverso l’elemento naturale dell’acqua, vera catarsi dei loro sentimenti. Noi ragazzi della Giuria Ambiente CIAL scegliamo di assegnare a "170 HZ" il Premio Ambiente, per la poeticità e il coraggio con cui affronta il rapporto fra un giovane e travagliato amore e la natura che protegge e rende liberi.

     

Grifone di Cristallo - Premio Speciale BANCA DELLA CAMPANIA AWARD



 
NORMAN di Jonathan Segal (USA)
Motivazione: Per l’originalità con cui viene trattato il tema del dolore e della perdita. L’assenza di retorica nella scrittura restituisce credibilità e forza al protagonista, personaggio complesso che riassume molti degli aspetti controversi dell’adolescenza.

     
     
Il direttore artistico, sulla base dei risultati espressi dalle giurie, ha assegnato riconoscimenti ai seguenti film:    
     

Lungometraggio 2° Classificato

 
BROKEN di Rufus Norris (Regno Unito), al quale va il Premio del Consiglio Regionale della Campania
     

Cortometraggio 2° Classificato

 
LUMINARIS di Juan Pablo Zaramella (Svezia), al quale va il Premio della Provincia di Salerno

     
GENERATOR +18
     

Grifone Award - Miglior Lungometraggio
 
BARBIE di Sang-woo Lee (Corea del Sud)
     

Grifone Award - Miglior Cortometraggio
(ex aequo)

 
CORTI di Angelo Cretella (Italia)
TUBA ATLANTIC di Hallvar Witzø (Norvegia)
     

Premio Speciale GOLDEN SPIKE AWARD DEL SOCIAL WORLD FILM FESTIVAL


 
THEY SAY di Alauda Ruíz de Azúa (Spagna)
Motivazione: Per aver narrato con un forte ma mai banale linguaggio la storia scolastica di due ragazzini vittime del solito bullismo a causa della loro diversità.

     
     
Il direttore artistico, sulla base dei risultati espressi dalle giurie, ha assegnato riconoscimenti ai seguenti film:    
     

Lungometraggio 2° Classificato


 
HORSES OF GOD di Nabil Ayouch (Francia/Marocco/Belgio), al quale va il Premio della Presidenza della Camera dei Deputati
     

Cortometraggio 2° Classificato


 
EDMOND WAS A DONKEY di Franck Dion (Francia), al quale va il Premio dell'ANEC (Associazione Nazionale Esercenti Cinema)

     
AMNESTY IN SHORTS
     

Premio Speciale AMNESTY INTERNATIONAL AWARD



 
HEIMATLAND di Loretta Arnold, Andrea Schneider, Marius Portmann, Fabio Friedli (Svizzera)
Motivazione: Per il grande messaggio universale contro la xenofobia racchiuso in soli sei minuti, per la grande cura dei particolari, per l'estrema semplicità di comprensione e per il genio creativo.